25 Aprile, nessuna cerimonia ma ricostruzione in Abruzzo

A pochi giorni dal devastante terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo e ridotto al lastrico centinaia di famiglie, togliendo loro, oltre gli affetti, anche il bene primario della casa, il movimento sociale- fiamma tricolore propone ai sindaci italiani di rinunciare ai festeggiamenti del 25 Aprile e di devolvere la cifra che sarebbe servita per ricordare questa data alla ricostruzione delle case degli abruzzesi! Se solo si considerasse la irrisoria spesa di duecento euro, per ciascuno degli ottomila comuni italiani, otterremmo oltre un milione e seicento mila euro, cifra utilissima e indispensabile alla popolazione abruzzese. Molto meno importante, anzi inutili i festeggiamenti del 25 aprile. Giovanni DEMARCO (Dir. Naz. Fiamma Tricolore)