A Frosinone l’Unità d’Italia si “ricorderà” tra rifiuti e transenne pericolose

A Frosinone ci stiamo avvicinando all’importantissima data del 17 marzo , data principale per ricordare l’unità d’ Italia. Sono numerosissime le iniziative Culturali in atto a Frosinone e Provincia per dare risalto a questa importante data per il nostro Popolo , molto bene. Per UNIRE e DIFENDERE questa Meravigliosa ITALIA ci sono voluti gli EROI e la Città di Frosinone ne annoverà molti. Però nessuno si ricorda degli Eroi “normali” quelli che a stento trovano scritto il loro nome sopra una piccola lapide oppure ai piedi di un Monumento ai caduti. Dispiace ricordare nuovamente che , in una data così importantissima a Frosinone….NESSUNO….si sia degnato di dare almeno una piccola ripulita al Monumento dei caduti in Viale Mazzini, da sempre IMPRIGIONATO all’interno di transenne pericolosissime. Sono anni e sono diverse volte che noi denunciamo l’elevato stato di degrado e abbandono in cui versa il Monumento. Riteniamo con dispiacere che tale comportamento sia il veritiero rispetto che questa amministrazione dimostra verso i propri Cittadini che in più guerre hanno sacrificato la propria vita per questa Nazione. A margine , ci dispiace sottolineare ( non possiamo farne a meno ) che quella Piazza , oggi è diventata Piazza dei Martiri Toscani e l’angolo in cui è posto la statua in loro ricordo….è tutto molto curato., ecco cos’è Frosinone, si ama ricordare delle persone con una storia personale e strettamente di parte, piuttosto di TUTTI i suoi Cittadini che hanno fatto pagine indelebili della Storia Italiana. Come sempre due pesi e due misure, del resto, non sarebbe FROSINONE.

Sergio ARDUINI Ass. FIAMMA FRùSINO.