ABOLIRE LE REGIONI E NUOVA COSTITUZIONE…

ABOLIRE LE REGIONI E NUOVA COSTITUZIONE
UOMINI E DONNE NUOVE PER LA DESTRA SENZA CASTA, LA DESTRA SOCIALE ITALIANA

Abolire le Regioni, da sempre volano primo di sperperi e clientele, disservizi e aggravio burocratico,  rimodellare l’amministrazione e i rapporti tra le istituzioni con una nuova carta costituzionale. Di questo l’Italia, come ho sostenuto più volte e da diversi anni, ha stringente necessità. Restituire alle autonomie locali, dei comuni e delle Province –da secoli pietre miliari dell’amministrazione del territorio-, competenze e autorità in grandissima parte sottratte loro dai carrozzoni regionali. Prefetti Commissari di Stato per il controllo e la gestione della Sanità nelle Regioni, almeno fino all’auspicata riassegnazione delle competenze in materia sanitaria allo Stato Nazionale. Azzeramento di ogni vergognoso sperpero di denaro pubblico assegnato ai “gruppi consigliari”, nel Lazio e in tutte le Regioni Italiane. Trasparenza assoluta su come ciascun Gruppo utilizza i fondi assegnati. Dimissioni del Presidente del Lazio Polverini, e dei Consiglieri Regionali di tutti i Partiti i cui Gruppi Consiliari hanno, in modo illegale, utilizzato fondi pubblici. Commissariamento del Lazio per il ritorno alle urne con la speranza che i cittadini scelgano Partiti e uomini nuovi di specchiata moralità.

Luca Romagnoli – Segretario Nazionale

PS – Grazie a Marcello Veneziani, che su il Giornale di oggi spiega cosa era la Destra missina e come dal suo “ghetto” poteva permettersi  di ergersi ad esempio di sobrietà e onestà. Grazie, ma aspettiamo da Marcello Veneziani che scriva, che aggiunga a questa storia chi può oggi “a destra” rivendicare di essere in quel solco.


Luca Romagnoli