AVELLINO – Gazebo militante

Di nuovo in piazza il Movimento Sociale Italiano Fiamma Tricolore, questa volta ad Avellino e Lauro, per ascoltare la gente e “organizzare” la difesa degli umili, di coloro che non hanno voce, di quanti ogni giorno devono confrontarsi con bollette, ticket, pensioni da fame, lavori precari, disoccupazione, sfratti, impoverimento crescente, con la condizione di né pensionati e né lavoratori, con tutto quel mondo, in sintesi, ignorato da tutti i “palazzi”. L’interesse crescente che sta suscitando il messaggio del Msi Fiamma Tricolore, è un segno di speranza, ed è il sintomo più evidente della voglia di riscatto e di riscossa di quanti vedono nella Fiamma una ventata d’aria nuova, fuori dagli schemi tradizionali, fuori da tutti i sistemi, tesa, unicamente a dare dignità, giustizia e speranza a chi da troppo tempo, attende che le istituzioni, a tutti i livelli, prendono atto che viviamo un’emergenza sociale che si aggrava ogni giorno di più, a cui il governo risponde in maniera debole ed incerta.
La Fiamma ritiene che si debba sostenere la famiglia, rivitalizzare l’economia aiutando da un lato la piccola e media industria, l’artigianato, l’agricoltura, il piccolo commercio, e dare un forte segnale di attenzione alle fasce più deboli della società(anziani e bimbi ), difendendo il lavoro da un lato e rivitalizzando i consumi dall’altro.
Ringraziamo, infine, per la visita da parte dell’ex consigliere provinciale del Msi Destra Nazionale eletto nel collegio di Lauro negli anni ’80 Napolitano che ha apprezzato il lavoro che la federazione provinciale svolge assiduamente ricordando ancora una volta le tante battaglie a livello nazionale che locale che la fiamma portava avanti e a non disperdere mai tale patrimonio.

(Saverio Galeotalanza – Segretario Provinciale MS-Fiamma Tricolore – gn.fiammavellino@jumpy.it)