SALO’ (Brescia) – “Vergogna”…

“Ancora una volta un presidente della repubblica italiana tradirà i suoi morti e la causa giuliano-dalmata”.
“Dopo Pertini, che al funerale del boia Tito bacio’ la bandiera iugoslava e porto’ omaggio al feretro, ecco Napolitano che domani presenzierà all’entrata nella Unione Europea della Croazia.
Dopo l’ignominioso periodo della zona B , il vergognoso trattato di Osimo , la già citata figuraccia di Pertini, ecco che oggi mettiamo il suggello ad una lacerazione, ad un misfatto politico, ad un ignavia congenita.
Siamo specializzati nel farci mettere i piedi addosso, lo prova anche la recente vicenda dei due Marò ormai dimenticata, ma il tradimento perpetrato verso i nostri fratelli ha qualcosa di scandaloso e di perverso insieme. Avremmo avuto , col nostro veto,almeno la possibilità di farci saldare i rimborsi per i nostri esuli che attendono da più di settant’anni.
Ancora una volta ci dimentichiamo dei fratelli istriani,delle nostre terre irredente,dei nostri morti infoibati!Il massimo esponente dello stato italiano sarà garante e testimone di un ulteriore passaggio verso la “normalizzazione” dalmata.
Tutto il mondo della destra italiana è in ebollizione ed in movimento per la creazione di quel soggetto politico che tutti dovrebbe riunire. Quale migliore occasione sarebbe stata in concomitanza con la manifestazione di domani a Zagabria,organizzarne una in contemporanea a Trieste chiamando a raccolta tutti i patrioti ed la nostra gente. Se non troviamo degli spunti comuni,dei motivi non alchemici per riunirci sarà dura trovare dei validi motivi per ritrovarci. Gettiamo il cuore oltre l’ostacolo e ricominciamo a tornare in piazza per motivi validi,attuali ed importanti. Determiniamo le differenze; gli altri per i processi a Berlusconi o per i diritti delle coppie gay, noi per la nostra patria, per le nostre famiglie, per i nostri ideali.”
Gianluca Bonazzi
335.8076615 Salò