CASSINO (FR) – Comunicato stampa

Movimento Sociale FIAMMA TRICOLORE del CASSINATE

Cassino, 11 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA   

Il risultato delle elezioni regionali siciliane ha confermato in pieno che in Italia il partito di maggioranza assoluta e non relativa avendo una percentuale del 53 %, è quello dell’astensione, del non voto, del rifiuto della politica e di tutti i suoi imbrogli, del disgusto per le corruttele  e per gli inciuci che servono solo ad incrementare i patrimoni personali ed a garantire  le poltrone a politicanti di bassa lega ed alle loro fetide clientele.

Ma se l’astensione dal voto è la comprensibile reazione di un Paese senza più riferimenti di alcun tipo, riteniamo che non sia il  modo migliore per cercare di fare qualcosa per cambiare le cose.

Questo perché chi fa della politica il suo mestiere e chi ha i suoi loschi interessi da tutelare, a votare ci va eccome e ci fa andare i suoi scherani, riuscendo in ogni caso a garantirsi l’elezione ed a continuare a vivere da parassita succhiando il sangue di chi lavora.

Viene allora da chiedersi ma la mafia questa volta per chi ha votato? Chi sarà il garante politico dei suoi interessi criminali?

Questi interrogativi  da brivido devono far riflettere chi, da qui a qualche mese,  è chiamato ad andare alle urne ed a votare ci deve andare perché l’espressione del voto è l’unico momento in cui si può tentare di fare qualcosa per mandare a casa una casta che è stata solo capace di depredare il Paese senza produrre un posto di lavoro, senza dare nessuna prospettiva di sviluppo e di un futuro ai nostri figli.

Una casta talmente offuscata dalla logica del mantenimento della poltrona che non si vergogna minimamente di ripresentarsi agli elettori nonostante stia sprofondando  nel marcio nel quale ha sguazzato per tanto tempo.

Ma il MSFT, destra identitaria con la D maiuscola, non ci sta e chiama a raccolta tutto il Popolo della destra perché ritrovi la sua dignità e, come avvenuto alle esequie del compianto Pino Rauti, cacci dalla scena chi è stato protagonista delle pagine più oscure della storia del nostro Paese al quale, oltre al resto, sta rubando  anche il futuro.

Membro del direttivo della Fiamma Tricolore del Cassinate

Evangelista Carlo