CASSINO (FR) – Ennesima vergogna nel territorio Cassinate

ENNESIMA VERGOGNA NEL TERRITTORIO CASSINATE

IL COORDINATORE CITTADINO DEL MS-FT VELARDO FRANCESCO ACCUSA IL CONSIGLIO COMUNALE DI FAR CADERE IN VERGOGNA LA POPOLAZIONE DI CASSINO, PER LO “SPOGLIARELLO” DI UN EXTRACOMUNITARIO NEGLI UFFICI COMUNALI.

“E’ decisamente vergognoso che in un contesto civilizzato come il nostro, accadano fatti come quelli dell’altra mattina.” “Quello che è accaduto era da aspettarselo, perché la convivenza di individui di diversi contesti sociali e civili e con diversità di vedute nel modo di vivere, porta inevitabilmente ad atti così eclatanti”. Apre così il discorso Velardo, continuando: “purtroppo fino a quando avremo persone che agevolano questi individui non se ne verrà mai a capo e staremo sempre peggio!”.

La popolazione di Cassino ormai è stanca e l’amministrazione comunale non sembra ascoltare chi l’ha eletta. Nella nostra Città, come nel resto di Italia, ci sono molte famiglie disagiate, con padri e madri senza lavoro e con difficoltà economiche tali da non riuscire nemmeno quasi a pagare il cibo per i propri figli, ma mai nessuno di loro ha osato fare ciò che ha fatto un immigrato nigeriano, pur nel sua disperazione, agendo in modo offensivo e oltraggioso nei confronti di coloro che si trovano nelle stesse condizioni o in situazioni peggiori. Vorrei rivolgermi al consigliere comunale Igor Fonte per capire se ha ancora intenzione di integrare le persone straniere nel nostro contesto sociale, senza dare la precedenza, in una situazione così drammatica, a chi vive nella nostra città sin dalla nascita e che si trova ad affrontare la stessa situazione. Non è forse più importante e moralmente doveroso occuparsi prima dei propri cittadini ed in seguito degli “emarginati” della società? In una situazione che ormai risulta allo stremo delle capacità del popolo cassinate, che vede già l’erogazione di un sussidio giornaliero agli stranieri e a chi se ne occupa, perché non provvedere ad un’agevolazione anche per chi regolarmente paga le tasse, ma non riesce ad arrivare a fine mese? Qui non si vuole parlare di razzismo, ma soltanto di buon senso nel formulare progetti coerenti con una politica di sviluppo che risollevi le sorti della città in un’Italia già tanto martoriata. Un piano di integrazione fondato soltanto sull’assegnazione della cittadinanza, ma non sulla constatazione della reale voglia di diventare italiano e di guadagnarsi da vivere lavorando onestamente , non è forse una manovra per assicurarsi i loro voti alle prossime elezioni?

I membri della Fiamma Tricolore di Cassino si schierano e continueranno a schierarsi prima di tutto con i cittadini che dimostrano senso di responsabilità e correttezza verso gli altri, poiché qualunque gesto, anche se spinto dalla disperazione, non giustifica modi di agire così irresponsabili ed oltraggiosi. Si spera così che aggressioni come quella avvenuta nei confronti dell’Assessore Stefania Di Russo, alla quale esprimiamo la nostra solidarietà, non debbano ripetersi. Adesso la parola al consigliere Igor Fonte.

Il segretario cittadino della Fiamma Tricolore di Cassino

Francesco Velardo