CATANIA – Comunicato stampa

Carissimi, la mia candidadura a capolista della Fiamma Tricolore scaturisce da una militanza cinquantennale nel Msi e quindi dall’ultimo giorno del congresso di Fiuggi in Fiamma Tricolore, allorché abbiamo detto “No” al transito in alleanza nazionale. Ci siamo assunti le nostre responsabilità e possiamo ben dirci con Pino Rauti dall’Ergife, che siamo i continuatori di quel movimento fondato nello studio di Arturo Michelini il 26 dicembre del 1946. La Cassazione si pronuncerà sulla nostra rivendica del simbolo Msi-Dn. La nostra campagna elettorale sarà con i vecchi metodi: nelle piazze, con i comizi in tutta la Sicilia orientale, preceduti dallo squillo dell’Inno a Roma e con l’intervento dei candidati che intenderanno comiziare. Così abbiamo fatto nel comizio di apertura a Mascalucia ieri sabato 26 gennaio 2013 ore 17.30 nel quale oltre a me sono intervenuti i candidati Cantali, segretario provinciale di Catania, Marraro di Aci S.Antonio, Nicola Condorelli Caff, come da foto che trasmettiamo. Parimenti questa mattina domenica 27 gennaio dalle 10.30 alle 12.30 nella piazza del comune di Nicolosi, nel quale oltre a me sono intervenuti i candidati Domenico Maccarrone, residente a Nicolosi e Giuseppe Manoli. Un successo in entrambe le piazze perché la gentre sa che nessuno salirà sui palchi. E allora le piazze appartengono a noi e sarà questa la nostra propaganda, parlare con la gente e spiegare dove ci ha portato una politica clientelare-liberista di personaggi che si sono approfittati anche del denaro pubblico con la convinzione di non essere perseguiti. Abbiamo assistito al fallimento di un parlamento che ha abdicato al governo di tecnici asserviti ai poteri forti e alle banche, che hanno sottoposto il cittadino a una tassazione senza precedenti per colmare il debito pubblico che hanno aggravato sino a 2mila miliardi di euro. Chi li dovrà pagare?
Appuntamento per sabato 2 febbraio 2013 ore 10.00 Paternò, ore 11.30 Regalbuto, ore 17.00 Adrano, ore 18.30 Biancavilla. Nelle piazze principali ove i comuni hanno predisposto il palco. Vi attendo, partecipate con noi per dare un segnale di alternativa ad un sistema decrepito.

Francesco Nicola Condorelli Caff