CESENA – UN PLURINDAGATO A CAPO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Un plurindagato a capo della Polizia Municipale Ecco un pò di fango che prospera a sinistra. Non è cosa di poco conto quanto riporta il Corriere,riguardo la notizia delle indagini condotte dalla Procura, che vedono Carlo Gualtieri e l’ex sindaco Giordano Conti,indagati per la vicenda dei matrimoni tra italiani ed extracomunitari raggiunti da decreto di espulsione. Paradossalmente una notizia del genere che getta ombra sull’operato di un’amministrazione e sui suoi dirigenti dovrebbe indignare i media,e tanto più l’opposizione,(eccetto la Lega) che invece, preferisce trincerarsi dietro un silenzio imbarazzante, inadeguato rispetto al ruolo istituzionale che riveste. Non si può certo sottacere davanti a un fatto così deprecabile che costituisce un’offesa all’intelligenza dei cittadini nel rispetto di principi fondamentali quali l’integrità,la correttezza e la trasparenza,tutti presupposti non eludibili per un buon governo di una città. Come può il Sindaco Lucchi, che ha la presunzione di essere moralmente superiore agli altri,e che sbandiera apertamente la sua correttezza,la sua intransigenza e rettitudine morale,sostenere ancora Gualtieri nella sua qualifica di Comandante pro-tempore della Polizia Municipale ? La figura del funzionario infatti appare indagata sotto diversi aspetti e non può pertanto costituire un esempio di rettitudine e integrità morali ai quali i cittadini possono fare riferimento. Di fronte a un inquisito non ci possono essere considerazioni di opportunità che tengano,e il Sindaco quale garante della legalità, dell´imparzialità e del buon andamento della pubblica amministrazione,è tenuto,nel rispetto di tutti i cittadini,ma soprattutto nel rispetto di chi indossa una divisa,che vede danneggiata la propria immagine e la propria credibilità, a rimuovere il Gualtieri dalla nomina di comandante pro-tempore a tutela e garanzia del pubblico interesse,soprattutto come dovere civile al quale il primo cittadino non può sottrarsi.

Cesena,25/05/2010

Fiamma Tricolore

Rosalba Santacroce