CIVITAVECCHIA – ANNALI CIVITAVECCHIESI

Ritenevo, a torto, che i personaggi di Leonida, Cassandra e l’Apollo “Sminteo” facessero parte rispettivamente della storia e della mitologia greca, mentre le Termopili fossero geograficamente ubicate in Tessaglia, mi sbagliavo grossolanamente : sono questi tutti personaggi e luoghi reali appartenenti tanto alla storia contemporanea di Civitavecchia quanto alla nostra geografia regionale. Costoro,peraltro, sono tutti personaggi “estremi” tranne l’Apollo “Sminteo” : Leonida ed il suo Battaglione Sacro dei 300 furono sterminati,al passo delle Termopili, a causa del tradimento di Efialte ,Cassandra , inascoltata ed ignorata profetessa, perì miseramente per mano di Clitemnestra, mentre il Dio Apollo sterminò i ratti che minacciavano il raccolto e pertanto meritò l’appellativo glorificante di “Sminteo”ovvero,in termini meno aulici, di “sterminatore di pantegane”. Tali considerazioni sono affiorate nella mia mente mentre riflettevo sulla realtà socio-politica cittadina ed in particolare ne apprezzavo lo spessore di alcuni protagonisti. Il Sig. Moscherini che alla guida della sua giunta, in cui non compare alcuna componente “rosa”, difende con il suo personale “Battaglione Sacro” le Termopili , ovvero, il Pincio con le sue comode poltrone, dagli attacchi dei persiani ovvero degli avversari politici, mentre sullo sfondo delle alture collinari dominanti Civitavecchia ,una solitaria Cassandra, paludata in una toga, dalle ambigue sfumature rosse ed azzurre, rivendica inutilmente la controversa veridicità della sua profezia circa l’inesorabile arenarsi del progetto “Arrow-Bio” sulle frequenti, quanto insidiose, secche del Mare delle Larghe Intese. Si possono scorgere al suo fianco due figure maschili dalla fisionomia politica ormai indistinta la cui voce,peraltro, si perde nel vento : i tre personaggi,con poca fantasia, possono facilmente identificarsi nella Sig.a Attig(ex assessore) , nella prima delle due figure maschili il Sig. De Sio(ex sindaco) e nella seconda il Sig. De Marco(ex assessore) tutti quanti alla ricerca della “poltrona perduta” e costituenti il coro del chiacchiericcio inconcludente generato continuamente dai protagonisti di questa tragicommedia di natura pseudo-politica : la “politica” intesa come governo della “cosa pubblica” é ben altra cosa da quella cui ci ha abituato una classe politica di profilo non certo elevato. In tale quadro “classico”,trova posto anche la recente iniziativa dell’ineffabile Assessore al Verde,Sig. Frascarelli , il quale ha “personalmente” guidato con indiscussa abnegazione e professionalità la notturna disinfestazione e derattizzazione dell’area mercatale e ciò non può non fargli meritare il titolo, peraltro guadagnato sul campo,di Apollo “Sminteo” avendo sconfitto in maniera schiacciante l’esercito, preponderante per numero, delle pantegane mercatali. Che dire altro? Forse é opportuno raccomandare al Sig. Moscherini di individuare quanto prima il suo Efialte, alla Sign.a Attig di fare attenzione a tutte le potenziali Clitemnestre che il caso potrebbe frapporre tra lei e la agognata poltrona. Per il Sig. De Sio ed il Sig. De Marco vale l’esortazione a riflettere sul valore che Odisseo diede al canto delle Sirene. Per l’ineffabile Assessore al Verde l’incitamento a cingersi il capo con le altre corone di Apollo,in attesa di maturare concreti principi propositivi e progettuali, nell’ambito delle sue competenze, per il bene dei contribuenti stanchi di assistere a frastornanti ed inconcludenti tarantelle fini a sé stesse. Per tutti questi signori sono disponibili sul mercato le trombette modello “vuvuzelas” affinché possano richiamare con maggior successo l’attenzione di una pubblica opinione ormai stanca ed apatica.

Il Segretario Federale

Gabriele Pedrini