CIVITAVECCHIA – MACCHINE INDIETRO TUTTA!!!

MACCHINE INDIETRO TUTTA !!!!

Nonostante l’ordine disperato di macchine indietro tutta, il TITANIC, orgoglio della flotta passeggeri britannica venne inghiottito dalle gelide acque dell’Atlantico, analogamente il Sig. LUCIANI, orgoglio della SeL civitavecchiese è stato inesorabilmente inghiottito dalle azzurre acque del PdL, con l’aggravante di non aver impartito per tempo l’ordine: “Macchine indietro tutta!!!!”,forse perché distratto da trionfali immagini sognate sullo sfondo di un radioso “…..sol dell’avvenir..” Ora , solitario naufrago, attende che la corazzata POTEMKIN, storico orgoglio di tutte le sinistre antiche e moderne, lo raccolga e lo trasporti verso il panfilo “PINCIO” per abbordarlo con la speranza di sedersi su un’accogliente poltrona da cui poter dirigere le “ tarantelle locali”. Sarà una poltrona di “consolazione” ma comunque pur sempre poltrona!!! Con la raccomandazione,però almeno questa volta, di condurre una navigazione attenta e ,se necessario, “strumentale” pronto ad impartire all’occorrenza l’ordine fatidico : “ Macchine indietro tutta !!!” per non naufragare ancora una volta. Sull’evento delle recenti regionali e sulle future speranze del Sig. LUCIANI sembrano essere d’obbligo,a mio parere,un paio di riflessioni: la prima,riguarda il problema dei pendolari ai quali,improvvisamente accortosi della loro esistenza(sic !),ha promesso, in sede di campagna elettorale per le regionali, la realizzazione di un progetto degno del film “Guerre Stellari”,progetto megagalattico al quale però lo scrivente avrebbe consigliato l’integrazione di una componente “aeromobile” per permettere a questi “forzati” di Trenitalia di poter comunque raggiungere il posto di lavoro o di studio. Peccato che si sia reso conto del pendolarismo solo quando stava per scendere dalla poltrona della Regione: ma sino ad adesso questo civitavecchiese D.O.C., sempre schierato dalla parte del popolo, dove ha vissuto?. La seconda riflessione è rivolta alle sue dichiarazioni comparse sulla stampa cittadina secondo le quali CIVITAVECCHIA sarebbe : “…una città in ginocchio…” bisognosa di interventi risolutivi: “sic stantibus rebus”la domanda rimane la stessa di prima con l’aggiunta ,però,dell’ulteriore considerazione che forse quando era saldamente seduto in Regione il Sig.LUCIANI non avvertiva in maniera così impellente l’ urgenza di preoccuparsi della sua città e dei suoi concittadini ,in tale ottica mi sembra calzante riservargli le stigmatizzanti parole di Fabrizio DE ANDRE’ che nella sua ballata : “ La Città Vecchia”(magìa di una coincidenza), si domanda: “….dove son finiti i tempi di una volta,oh per Giunone,quando per fare il mestiere ci voleva anche un po’ di vocazione!?!?”.

Il segretario federale – Gabriele Pedrini, Via Doria, 1 – 00053 Civitavecchia (Roma) – e-mail ft.civitavecchiaromanord@gmail.com – www.civitafiamma.com