CIVITAVECCHIA – Nulla è più ingannevole dell’ovvio!!!

Due articoli comparsi sulla stampa recentemente sembrano stuzzicare il senso ironico dei “pensanti” circa l’ovvia strumentalizzazione di eventi che pesano tragicamente sulla nostra realtà sociale. Di questi, il primo, sembra essere “deprimente” per il suo cinismo che, partendo dai tragici eventi che stanno martoriando il Giappone, cerca di attuare una “squallida” ricerca di consensi: con la sua affermazione “…dopo il Giappone impensabile il nucleare a Montalto…..”, la “cangiante” Attig Sig. Fabiana sfiora il “comico” se non l’assurdo con il voler rimarcare la “pericolosità” del nucleare in un distretto industriale in cui , qualcuno a Lei molto vicino consentendo la conversione a carbone di Tvn , ha già compiuto un omicidio “differito” di massa , che nulla ha da invidiare al disastro in corso in Giappone .Ma forse , la Sig. Attig vorrebbe chiudere al nucleare per aprire ad un’altra centrale a “carbone” oppure a “CDR-Q” di balloniana ispirazione? Oppure ancora , ha finalmente scoperto che oggi non ci può essere spazio per risorse energetiche appartenenti a filosofie energetiche risalenti al secolo ormai scorso , nucleare in testa e carbone o cdr-q in coda ? Sig. Attig ci usi la cortesia di risparmiarci i suoi maldestri tentativi di cavalcare un’onda che disegna il tramonto di tecnologie energetiche appartenenti ad un’altra epoca.: lo sapevamo tutti che il carbone era “desueto”, che il nucleare era in abbandono , che il CDR ,di qualunque tipo esso sia , apparteneva ad un’ipotesi tecnologica micidiale, non ci occorreva il suo “illuminante” intervento!. Le consiglio, peraltro e per avere conferma di ciò, di fare una ricerca statistica , attraverso la distribuzione di modulistica “ad hoc” per saggiare il pensiero dei contribuenti in merito, come già ha validamente fatto in un recente passato per i “pendolari” con i risultati che tutti conoscono, pendolari per primi! Il secondo vede protagonista il Sig.Tidei on Pietro che rivolgendosi ai sindaci del comprensorio li accusa di “inerzia” nei confronti dell’ENEL: in questo specifico caso mi viene solo voglia di “sghignazzare” perché la “risata” appartiene alla sana capacità di scoprire il lato “comico” di un evento ma qui di “comico” non c’é proprio nulla, anzi direi che c’é del “tragico”: come si può avere il coraggio blasfemo di fare politica sulla pelle della gente , dimenticando il proprio diuturno rapporto lavorativo con l’Enel proprio nel settore più significativo , ovvero quello legale? Ma on.Tidei Lei non é stato sindaco della città ed in veste di primo cittadino perché non ha mai aperto una qualunque vertenza circa l’inquinamento da “olio pesante” di cui la centrale era all’epoca responsabile? Le consiglio di leggere gli atti del processo e della recente condanna dei vertici Enel della Centrale di Porto Tolle funzionante ad “olio pesante” e della quale si é ventilata la “conversione a carbone” … avrà di che pensare e di che riflettere, però abbia l’onestà morale di farlo prima su sé stesso e poi , se ne avrà ancora la voglia ed il coraggio , anche sugli altri! Non posso che commentare gli eventi in argomento con le parole di Conan Doyle: “… nulla é più ingannevole dell’ovvio…” specialmente in politica!!!

Segretario Federale Fiamma Tricolore

Gabriele Pedrini