CUNEO – Ora o mai più.

Ora o mai più.

Sabato a Orvieto ci sarà un fondamentale incontro dei rappresentanti del nostro pensiero, e di ciò che ancora resta in piedi della nostra area nazionale e sociale. Con lo sconquasso generale del partito di riferimento e la successiva frammentazione avuta dal ’95 ad oggi, dobbiamo comunque essere fieri di aver portato avanti i nostri ideali e le nostre proposte, che così facendo non si sono perse nelle parabole liberiste intraprese da movimenti a noi vicini. In pochi hanno creduto ancora in questa speranza, pochi uomini, a dirla tutta, hanno lottato per le nostre idee. Ora siamo chiamati, dai vertici ai militanti di periferia, ad una scelta di rilevanza storica: ricostituire ciò che è stato distrutto. Chi ci guida deve sentire il peso di ciò che farà o non farà per la nostra comunità e per la nazione, perché questo non è un discorso che riguarda la Fiamma Tricolore  o altri movimenti; questo deve essere un progetto nazionale per la rinascita di una politica vera e alternativa. Per questo faccio appello al mio Segretario Nazionale on. Luca Romagnoli, e a tutti i personaggi politici presenti a questo importante evento: troviamo il coraggio di osare, di pensare più in la del nostro naso. Non è più tempo di curare il proprio orto, più o meno piccolo, o posizioni personalistiche che sono dannose per l’intera comunità. È il nostro popolo che ce lo chiede attraverso i mezzi a noi a disposizione (mail e social network).  Ricreare una base forte che ci possa permettere di rappresentare gli uomini e le donne che in noi credono. Basta essere rappresentanti di noi stessi! Basta divisioni inutili. Basta chiuderci nella “non politica” che significa non servire l’Italia. Mi auguro, come tanti atri giovani, che questo appello venga accolto, perché se così non fosse cadrebbe definitivamente l’ultima speranza di un progetto unitario. Siamo al “dentro o fuori”, o peggio al “liberi tutti”, tutti a casa.  Noi giovani siamo pronti a raccogliere la sfida, e voi?

Denis Scotti – Responsabile Nazionale Gioventù della Fiamma