CUNEO – Riprendano subito le politiche contro i clandestini

Continuano ormai dall’inizio dell’estate, gli sbarchi sulle nostre coste da parte di immigrati clandestini, che vengono in Italia pensando a chissà quale salvezza. I nostri ministri sono talmente concentrati a non far cadere il “governicchio” Letta e non perdere il loro posto, che fanno finta di non vedere cosa accade a Lampedusa.

In questo contesto gli italiani vengono distratti dalle vicende di Berlusconi che non hanno altro scopo che coprire i veri problemi come il precariato, gli esodati, i disoccupati, gli suicidi per debiti, e gli immigrati che arrivano sulle nostre coste sperando in futuro migliore. L’Europa al momento non è pervenuta, questo perchè il ruolo dell’Italia come “cuscinetto” naturale tra Africa ed Europa, fa comodo ai tecnocrati di Bruxelles. Gli interessi sono alti, intanto l’Italia perisce sotto i colpi degli sbarchi. Per questo motivo c’è bisogno che il nostro ministro degli Esteri, si decida finalmente a fare il suo lavoro: trovare modi consoni per far cessare gli sbarchi e riportare i nostri Marò finalmente a casa.

Denis Scotti
Responsabile Nazionale
Gioventù della Fiamma