CUNEO – Situazione debitoria dei comuni

Con preoccupazione devo segnalare la gravosa situazione in cui versano i Comuni grandi e piccoli in questa Regione, nella fattispecie il Comune in cui sono consigliere: Monterosso Grana è debitore di svariate migliaia di euro, verso aziende che hanno svolto lavori sul territorio, ma che ad oggi non hanno ricevuto nemmeno un centesimo per le prestazioni effettuate. Questo avviene perché i fondi regionali stanziati per questi interventi, non sono ancora stati trasferiti al Comune. Ed ora il diretto responsabile ovviamente rimane il Comune stesso in quanto ente ultimo che appalta i lavori.

Il governo Monti ha alzato le tasse, ha impresso una stratta alla morsa dei creditori dello stato, tanto che addirittura siamo arrivati alla tragedia di alcuni imprenditori che si sono suicidati per debiti. In tutto questa situazione, lo stato stesso non paga coloro che hanno lavorato per i vari enti pubblici. Esiste quindi all’interno delle nostre istituzioni un netto contrasto tra cittadini e stato, se da un lato si è obbligati a pagare, dall’altra si fa aspettare anche due anni per un lavoro svolto presso gli enti pubblici. È una condizione riprovevole e assurda. In qualità di modesto consigliere comunale mi unisco ad altri amministratori per sollecitare la regione Piemonte perché si faccia carico di questo pesante disagio, che a catena provoca grave instabilità nella società. Questo è anche un appello ai partiti, agli uomini politi. Qualcuno dovrà pur rispondere a noi amministratori comunali, ma soprattutto a chi in Italia lavora e produce.

Denis Scotti – Consigliere Comunale – Monterosso Grana