Delirio Comunista a Cassino

Delirio Comunista a Cassino 
All'odio e al grande senso di frustrazione di chi si è visto cancellare
dalla storia la propria ideologia fondata sulle utopie Marxiste rispondiamo
con un pacifico invito a liberarsi delle tante ragnatele che offuscano
ciò che resta del loro presunto ragionamento . Delirante, ci appar
e l'accusa di xenofobia , dettata forse dal nostro orgoglioso difendere
la preferenza nazionale, sentimento  che non può essere assolutamente
catalogato come odio razziale.
Gravissima è la diffamazione che avvicina la Fiamma Tricolore a gruppi
terroristici a loggia massoniche e a teoremi stragisti , tanto gravi e
prive di alcun fondamento che  per tali pesantissime  dichiarazioni
chiederemo giustizia nelle sedi opportune.
Purtroppo ancora una volta siamo costretti a riscontrare la pochezza
dei contenuti con i quali si cerca di frenare la crescita del nostro
movimento che nella zona del Cassinate, devastata dalle notevoli
emergenze sociali è riuscito ad essere punto di riferimento di tanta gente,
stanca di una giostrina politica su cui i protagonisti si muovono appesi
ai fili dei poteri finanziari, e sulla quale trascurando le problematiche
di un territorio e giocando a fare i radical scic cercano di salire
i nipotini di Stalin .
Lamberto Iacobelli 
Coord reg. del Lazio
Fiamma Tricolore