Disponibilità al dialogo e unità d’intenti con il centrodestra.

Disponibilità al dialogo e unità d’intenti con il centrodestra. “Fare politica in un Partito e tra Partiti ha le sue regole, a cui non dovrebbe essere estranea un po’ di lealtà e almeno un po’ di franchezza, tanto più se si immagina di condividere o aver condiviso qualcosa. Continuo a ritenere primario il tentativo di una proposta di “Partito unico della destra italiana” come scritto varie volte in passato e anche un paio di giorni fa. Continuerò ad adoperarmi per questo, ignorando scelte pregresse dei miei interlocutori, senza rancori, lasciando alla storia di ciascuno, ad esempio, la liquidazione del MSI di cui non fu solo responsabile il “timoniere”, o la condivisione per tanti anni di una proposta politica assai diversa quale fu Alleanza Nazionale, o altre questioni di “sobrietà” e non solo. Ho suggerito un possibile percorso con La Destra, perché di quanto c’è alla destra del PdL mi sembra la scelta più consona ad una proposta politica e magari, forse, ad una prospettiva; un’ indicazione appunto e comunque non preceduta da alcuna proposta formalizzata ad altri, a meno che qualcuno pretestuosamente utilizzi parole di circostanza che ben altro senso avevano: parole, comunque ben diverse dai fatti e dalle commistioni, certo del passato, ma altrettanto certe di altri.” Luca Romagnoli Segretario Nazionale Fiamma Tricolore Destra Sociale.