ESPRIMIAMO LA NOSTRA SOLIDARIETÀ ED IL NOSTRO SOSTEGNO ALLE IMPRESE BALNEARI NELLA BATTAGLIA CONTRO LA DIRETTIVA EUROPEA BOLKESTEIN CHE RISCHIA DI METTERE IN GINOCCHIO LE NOSTRE ATTIVITÀ NEL SETTORE DEL TURISMO .

Esprimiamo la nostra solidarietà ed il nostro sostegno alle imprese balneari nella battaglia contro  la direttiva Europea Bolkestein che  rischia di mettere in ginocchio le nostre attività nel settore del turismo .
Oltre 300 imprese balneari del litorale della Provincia di Latina aderiranno compatte alla iniziativa di protesta proclamata dal SIB – Confcommercio e dalle altre Organizzazioni di Categoria contro il Governo Italiano che ancora non ha assunto le necessarie decisioni atte a scongiurare la messa a Bando con evidenza pubblica delle concessioni demaniali marittime alla scadenza del 31.12.2015.

“Sono molto soddisfatto della larga adesione alla iniziativa di protesta da parte di tutti gli operatori di Minturno, Formia, Gaeta, Sperlonga, Fondi, Terracina, S. Felice Circeo, Sabaudia e Latina” , dichiara Mario Gangi, Presidente Provinciale del SIB-Confcommercio di Latina.

“130 kilometri di ombrelloni chiusi e di spiagge deserte, questo è lo scenario che caratterizzerà la nostra Provincia venerdì 3 agosto, fino alle ore 11,00 ed a nulla varranno le richieste di chi vorrà far desistere gli operatori dalla protesta, o le inevitabili proteste di chi si lamenterà per i disagi che si provocheranno, di cui ci scusiamo anticipatamente.

La chiusura degli ombrelloni in Provincia di Latina vuole essere perciò un segnale per il Governo e per tutte le forze politiche affinché si trovi al più presto una soluzione giusta ed equilibrata per uno degli elementi che contribuiscono in maniera significativa alla economia turistica della Regione Lazio e dell’Italia”.

Lamberto Iacobelli
Coord reg del Lazio Fiamma Tricolore