EUROPEE: ROMAGNOLI, IL NOSTRO SIMBOLO E’ QUELLO DI SEMPRE. NESSUNA CONFUSIONE CON ALTRI SOGGETTI

“Il simbolo della Fiamma Tricolore depositato domenica mattina al Viminale è il nostro logo di sempre. Nessuna scimmiottatura o operazione grafica per staccare un biglietto per Strasburgo”. Lo dichiara Luca Romagnoli, rispondendo alla contestazione di confondibilità da parte del Ministero sul simbolo del partito presentato per le elezioni europee del 6 e 7 giugno. “Valuteremo con attenzione le obiezioni del ministero – spiega l’eurodeputato – ma se non vi fosse l’opposizione ad esempio di An, ci si domanda perché considerare inadeguato il nostro simbolo?”. “Ogni verifica sul nostro simbolo non potrà che concludersi, se mai fosse necessaria, con l’accertare che la Fiamma, unico partito della Destra Sociale, non ha nulla da copiare o da rimproverarsi. Semmai – è l’invito dell’eurodeputato – i tecnici del Viminale vedano tra i 93 simboli quanti scudi crociati, garofani e quercie in più ci sono, tra l’orda di simboli che vanno dall’Italia dei Valori all’Italia nei Malori. La Fiamma Tricolore è quella di sempre”.

Roma, 22 aprile 2009