FIAMMA CAGLIARI A STRISCIA LA NOTIZIA! LA LOTTA DEI MACELLAI DEI MERCATI CIVICI

FIAMMA CAGLIARI A STRISCIA LA NOTIZIA!

La lotta dei macellai dei mercati civici

MOVIMENTO SOCIALE FIAMMA TRICOLORE FEDERAZIONE PROVINCIALE DI CAGLIARI

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoflv.shtml?2010_03_cocco24

STRISCIA LA NOTIZIA PER DENUNCIARE L’INGIUSTA TASSA DEI RIFIUTI SPECIALI

Finalmente i media hanno ascoltato i lavoratori. Da mesi il Movimento Sociale Fiamma Tricolore di Cagliari si è mobilitato a fianco dei lavoratori del Comitato Spontaneo dei Mercati Civici di Cagliari sostenendo la battaglia contro i Rifiuti Speciali. Da mesi GRAZIANO TIDU, promotore del Comitato e Militante della Fiamma Tricolore in collaborazione con STEFANO MURGIA, legale e Dirigente Provinciale della Fiamma Cagliari, hanno chiesto insistentemente (attraverso esposti, denuncie e manifestazioni) agli amministratori locali, Comune e Regione, che togliessero questa tassa ingiusta che continuava a salassare gli operatori del mercato senza dare loro nessun servizio, ma solo disservizi, intralcio al lavoro e mancato guadagno! Aspettiamo ora che l’Assessorato di competenza del Comune di Cagliari, grazie anche al servizio di Striscia, ascolti finalmente i lavoratori e elimini tale ingiustizia! Alleghiamo il comunicato stampa che da tempo stiamo mandando ai giornali locali Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore di Cagliari appoggia e sostiene la battaglia contro i Rifiuti Speciali cat 3 del Comitato Spontaneo dei Mercati Civici, rappresentato dal Sig Graziano Tidu, operatore del Mercato di via Quirra in collaborazione con l´Avv. Stefano Murgia, legale della Fiamma Tricolore, che presta gratuitamente la sua opera a sostegno dei lavoratori. Riteniamo infatti che la tassa cosidetta sui “RIFIUTI SPECIALI categoria 3” ormai è diventata una stangata per gli operatori dei mercati e soprattutto per i consumatori perche´ fa aumentare il prezzo di carne e pesce e contribuisce a ridurre il potere di acquisto dei cittadini. I rifiuti che dovrebbero essere “speciali di categoria 3” in realtà non lo sono e non vengono trattati e smaltiti come tali, ma vanno a finire al Casic come rifiuti organici normali (nello specifico che all´interno dei mercati civici è già presente una ditta di smaltimento che giornalmente porta la cosiddetta spazzatura non speciale, a tarsu rifiuti solidi urbani, al Casic, una cosa alquanto strana, in quanto le due ditte incaricate portano gli speciali sempre al Casic). Il Comune di Cagliari impone, infatti, agli operatori una tassa mensile per il pagamento delle ditte incaricate del prelievo degli scarti dei prodotti di macelleria.(30 euro mensili con un massimale di trenta chili: considerando che una macelleria media produce una media di 150 chili mensili sino ad un massimo di 1000 chili l´eccesso oltre i trenta chili viene pagato 0,50 per chilo) Oltre al pagamento di questa ulteriore tassa illegittima che si aggira a circa 1080 euro all´anno più la TARSU di 186, si segnala che la raccolta viene effettuata senza le cautele che la presunta specialità dei rifiuti imporrebbe. Gli incaricati delle ditte infatti, NON indossano mascherine, tute, guanti o grembiuli protettivi e raccolgono i rifiuti dentro normali sacchi di plastica anziché contenitori ermetici. Le operazioni di raccolta, inoltre, sono effettuate a metà mattina, mentre il mercato è aperto al pubblico, in totale spregio delle norme igienico sanitarie e causando pregiudizio alle operazioni di vendita. I venditori sono costretti, infatti, ad interrompere l´attività per consegnare le buste agli incaricati della raccolta e, per assurdo, ove vengano effettuati dei controlli successivamente al passaggio dei suddetti incaricati, sono passibili di multa.