Fiamma Piemonte – Boicotta l’India

La segreteria regionale piemontese del Movimento Sociale Fiamma Tricolore è solidale con i nostri due marò arbitrariamente trattenuti in India e con le loro famiglie,  esprime una forte critica all’operato del governo italiano e forti  perplessità sul fatto che il capo dello stato abbia fatto sentire la sua voce su questa vicenda solo per stigmatizzare la modalità delle (tardive) dimissioni del ministro Terzi.

Alla luce di tutto ciò non possiamo che aderire alle iniziative di boicottaggio del turismo verso l’ex colonia inglese e  dei prodotti indiani che, ricordiamo, iniziano con il numero 890 nel codice a barre.

In particolare appoggiamo in pieno la proposta lanciata dalla Associazione nazionale Arditi Incursori di Marina, ripresa anche dai principali organi di informazione:

«Non andare in ristoranti indiani, non entrare in negozi di proprietà di indiani, non comprare stoffe indiane, boicotta ogni cosa che viene da quel Paese: seta, cotone, artigianato, articoli etnici, kebab, zucchero e soprattutto il turismo».

Per questo motivo mettiamo a disposizione il nostro portale web www.fiammapiemonte.it per chi volesse segnalare nel dettaglio marche e prodotti Made in India.

Inoltre proponiamo che il governo italiano metta in atto queste due iniziative:

  1. sconsigliare il turismo in India in ogni sito ufficiale  a cura del Ministero degli Esteri e di quello del Turismo.
  1. cancellare ogni traccia anagrafica dell’esistenza di Sonia Gandhi, al secolo Antonia Edvige Albina Maino, che ha dimostrato nei fatti di aver tradito le sue origini ed il suo sangue.

Dimostriamo al mondo di essere un Popolo!

Le segnalazioni possono pervenire tramite:

segreteria@fiammapiemonte.it

Facebook  http://www.facebook.com/groups/fiammapiemonte/  (gruppo) http://www.facebook.com/fiammapiemonte (pagina)

Twitter https://twitter.com/fiammapiemonte

Google+ https://plus.google.com/101788222433761109445/