Fiamma Rosa”: grande partecipazione alla prima riunione


Fiamma Rosa”: grande partecipazione alla prima riunione

8 febbraio 2013 – 10:35

VITERBO – (m) Presso la sezione di Viterbo di Fiamma Tricolore si è svolta la prima riunione delle numerose aderenti alla nuova nata “Fiamma Rosa”. A presiedere l’incontro la Coordinatrice Provinciale femminile di Fiamma Tricolore Isabella Grossi (foto), che con grande entusiasmo ha spiegato alle presenti, aderenti e semplici simpatizzanti, il perchè della nascita di una corrente tutta al femminile. “Il contatto con delle realtà – dice Grossi – come la scuola, gli ospedali, la parrocchia, il posto di lavoro, maturato durante la propria esperienza personale di figlia, moglie e madre, ha dato alle donne una singolare capacità di analizzare la società, per capirne i problemi e tentare di risolverli, spesso con successo. Le donne hanno da sempre un forte senso di responsabilità civica, che nasce indiscutibilmente dalla natura stessa di essere “femmina”, basti pensare che persino in natura l’istinto femminile è quello di difendere e di preoccuparsi dei propri piccoli. Alla donna inoltre, è stato sempre affidato il compito della gestione familiare e dell’economia domestica, e le Amministrazioni locali non dovrebbero comportarsi proprio una buona e attenta donna di casa?!Per tutte queste ragioni le donne lavoratrici e non, hanno sempre avuto un forte spirito di sacrificio e di altruismo che permette loro di affrontare i problemi con un’ottica certamente umana ma soprattutto pratica. Le donne oltre ad essere molto concrete nella gestione della “res publica” e determinate nel realizzare gli obiettivi che si prefiggono, sono certamente meno avvezze degli uomini alla ricerca spasmodica di posizioni di potere, nonché all’utilizzazione di quest’ultimo al fine di gratificazioni meramente personali. E’ proprio per queste ragioni che nasce Fiamma Rosa. Noi donne italiane – continua la coordinatrice provinciale femminile di Fiamma Tricolore – preoccupate e soprattutto stanche di questa realtà così mal gestita ed ormai arrivata al limite della drammaticità, tanto da immaginare per il futuro dei propri figli solo il buio di una forzata emigrazione verso i paesi esteri, vogliamo apportare tutta la nostra grinta, forza e voglia di cambiamento, per ascoltare e risolvere le problematiche del territorio, certe del resto che il programma prefissato a livello regionale per il nostro territorio possa con onestà riportare ordine nel subbuglio, oltre che certezze al posto delle solo speranze elettorali. Fiamma Rosa intende affrontare con la creazione di un tavolo di concertazione, idee e proposte al femminile anche in previsione delle prossime comunali, dove sicuramente, presenterà molte delle iscritte”.