FORLÌ – Falce e carrello: chiedete e vi sarà dato

I commenti negativi sull’esiguità della sanzione amministrativa per l’Iper sono già stati fatti e mi trovano solidale. Forlì è una città strana: nel mondo ci sono gli ipermercati, le tangenziali, i teatri, i parcheggi, ecc. A Forlì mancano da sempre. Se aveva senso farli 20 anni fa in periodo di boom economico, adesso che la crisi economica sembra dover rivoluzionare il nostro modo di vivere, forse sarebbe il caso di rivedere alcune posizioni. Se è vero che l’Iper potrebbe dar lavoro a 600-700 persone e i forlivesi non arrivano a fine mese, se li portiamo a far la spesa all’Iper, poi la cassa dei negozianti “piange” ancor di più e chiudono tutti! Quindi guadagniamo posti di lavoro o ne perdiamo? Ma il problema VERO è di ordine MORALE!
Il direttore generale di Coopsette ha scritto al Sindaco, chiedendo l’approvazione di una variante per aumentare ulteriormente la metratura fino alla misura di 21.500 metri quadri! Se i commercianti di Forlì non scrivono al Sindaco, non avranno mai nulla. Quindi invito tutti i forlivesi a scrivere al Sindaco e chiedere: di poter ampliare la propria abitazione per il nuovo figlio in arrivo, di poter costruire nel terreno agricolo per i figli che si sono sposati, di poter ampliare le sedi delle loro attività economiche, di poter pagare meno tasse sui rifiuti (si compra meno, si consuma meno e quindi si producono meno rifiuti!) e meno tasse sull’occupazione del suolo pubblico per i passi carrai e per le attività economiche.
La Bartoletti e la Ferretti sono state accontentate e l’Iper ha già avuto tutto quello che ha chiesto ed avrà probabilmente tutto quello che ora chiede (o almeno così sembra da una frase dell’ ass.re Zelli riportata su un giornale), allora sono sicuro che tutti quelli che scriveranno, saranno accontentati! Certamente vedere l’ass.re Zelli così disponibile prima, durante e dopo su questa squallida vicenda dell’Iper mi fa tornare in mente alcuni casi di cittadini che sono andati dall’ass.re Zelli a chiedere e che si sono visti chiudere la porta in faccia. Comunque riguardo all’Iper, risolto il problema amministrativo, attendo l’esito delle indagini della magistratura per sapere se ci sono state responsabilità penali.

(Andrea Mantellini – Cons. Circoscrizione 1 – MS-Fiamma Tricolore)