FORLÌ – Gestione disinvolta al parco urbano

A forza di guardare quello che succede a Forlì mi sono “impratichito” un po’ della normativa comunale, quindi in certi momenti, pur non essendo esperto come un professionista, ho quella che tecnicamente è definita “deformazione professionale”. L’altro giorno sono andato a fare una passeggiata al parco urbano.
Quando mi sono trovato al chiosco bar ubicato di fronte a Gommolandia, dopo aver visto tavoli e sedie, mi sono ricordato dell’enorme quantità degli stessi e delle stesse nel periodo estivo. Perciò il collegamento al regolamento sanitario è venuto spontaneo.
Le norme autorizzano una superficie da destinare a tavoli e sedie di 100 e 250 metri quadri rispettivamente se sono presenti uno e due bagni per il pubblico. Io di bagni non ne ho visti, quindi gradirei che qualcuno mi dicesse di preciso quanti W.C. ha il chiosco, quanti metri occupa con tavoli e sedie, quanto pagano di occupazione per il suolo pubblico. Attendo risposta.

(Andrea Mantellini – Cons. Circoscrizione 1 – MS-Fiamma Tricolore)