FROSINONE – I GIOVANI DELLA FIAMMA TRICOLORE :PIÙ ATTENZIONE AI DISABILI…

“Come può la politica che non tutela i soggetti più deboli tutelare tutti gli altri?” Se lo chiede in una nota il Segretario provinciale giovanile della Fiamma Tricolore, Gianmarco Florenzani, il quale prosegue: “Noi della Movimento Sociale Fiamma Tricolore ci siamo posti questo quesito in uno dei nostri incontri, notando che la situazione dei portatori di handicap, e nello specifico di quelli che frequentano le scuole, non è delle migliori, non solo per le solite barriere architettoniche o per i mezzi di trasporto, ma anche per la nuova riforma della scuola che taglia, e non di poco, il numero degli insegnanti di sostegno che svolgono un ruolo fondamentale, forse d’importanza anche maggiore dei loro colleghi ordinari, poiché si occupano dell’insegnamento e della tutela educativa dei soggetti deboli che di certo non possono essere trattati con lo stesso metodo dei loro coetanei che non presentano i loro problemi. Ora, grazie al Provveditorato, possiamo fornire i dati certi della situazione della nostra Provincia da questo punto di vista: in Ciociaria ci sono 2136 studenti portatori di handicap e 964 insegnanti di sostegno, quindi meno di un insegnante per ogni due studenti disabili; la media non è delle peggiori, in altre zone d’Italia la situazione è ben più grave, tuttavia a nostro parere servirebbe alzare la media anche oltre quello di un insegnate ogni due studenti, che è l’obiettivo del Ministro dell’istruzione, infatti bisogna considerare i gravi casi di disabilità che certo vanno seguiti singolarmente. Tuttavia il nostro appello più che al Ministero dell’istruzione è rivolto agli enti locali della Provincia; infatti il professore che ci ha aiutato in questa ricerca e che ringraziamo di cuore ci ha fornito una diversa e più valida chiave di lettura: oggi il vero aiuto ai portatori di handicap lo danno i Comuni che possono, ma secondo noi devono, mettere a disposizione assistenti per i disabili e sopperire alle mancanze dello Stato centrale. Il nostro appello è rivolto ai Comuni e ai loro amministratori. Noi della Fiamma continueremo a vigilare su questo problema e offriremo supporto a tutti coloro che sono in difficoltà e che ci possono contattare sul nostro sito o sulla nostra pagina di facebook”.