GARZYA (FIAMMA TRICOLORE): SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI ITALIANI

Garzya (Fiamma Tricolore): solidarietà ai lavoratori italiani 18 maggio 2010, 16:30 La politica Italiana attualmente è concentrata su come non far cadere il governo, che sta per essere probabilmente travolto da altri scandali. Si parla di accordi del PDL con l’UDC, di possibili governi tecnici, dei gruppi autonomi di Gianfranco Fini, però di problemi seri che interessano gli Italiani non ve ne è traccia. In Campania si sta consumando una tragedia, silenziosa, che passa inosservata agli occhi dei vari Berlusconi, Bersani e via dicendo. Una infermiera dell’Ospedale San Paolo di Napoli è morta, dopo aver protestato facendosi togliere 150 ml di sangue al giorno e rimanendo digiuna. Protestava per un diritto intoccabile e sacro: quello del lavoro e della sua retribuizione. Intervistata nei giorni della protesta ha spiegato il suo gesto affermando: «Può sembrare un atto folle ma voglio dimostrare che stanno giocando sulla pelle e sul sangue di tutti. Vedere il sangue, che è vita, rende evidenti le difficoltà nostra e degli altri ammalati». La protesta nasce in ambito alla situazione di grave crisi in cui versa l’Asl Na1 di Napoli. A causa dei debiti, infatti, gli stipendi di 10mila dipendenti sono stati bloccati da un pignoramento. Ed è notizia di oggi che anche i dipendenti di un’altra clinica, hanno deciso di protestare contro il blocco dei loro stipendi. Si dichiarano anche loro pronti a svenarsi come la signora deceduta. Quasi un suicidio di massa, un gesto estremo e disperato. Sono tutte persone con famiglia e figli da mantenere e sono disposte a perdere la vita pur di poter portare a casa un tozzo di pane per i loro bambini. E il governo cosa fa? L’opposizione cosa fa? La politica in generale che fa? Nulla. E’ vergognoso che la politica, nata per soddisfare e salvaguardare i cittadini, si sia trasformata in una gara a chi intasca di più. Io a nome del Movimento Sociale – Fiamma Tricolore desidero esprimere solidarietà a questi lavoratori e il mio più profondo cordoglio ai parenti dell’infermiera deceduta. E’ ora che i politici si occupino di questi problemi reali, e che i giornalisti divulghino queste notizie nei giornali e nelle televisioni.

Sito web: http://www.atuttadestra.net/?p=14217