Ha(nno) … tentato, ma hanno vinto le Istituzioni!

MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE Segreteria Regionale della Calabria Catanzaro, 11 marzo 2016 

Ha(nno) … tentato, ma hanno vinto le Istituzioni!

“Non cantiamo vittoria ma, certamente, siamo soddisfatti dell’esito sinora ottenuto dalla nostra mobilitazione al fianco delle quattro famiglie di Contrada Cutura di Fiumefreddo cui si vuole togliere la casa ed ogni possibilità di lavoro”. Questo quanto dichiarano all’unisono il Segretario Regionale del MSI-Fiamma Tricolore, Francesco De Leo, ed il responsabile locale nonché Segretario Provinciale dell’organizzazione giovanile del Movimento, Mario Iorio, allorchè il comandante della locale stazione dei Carabinieri, il maresciallo Domenico Lio, ha comunicato ai signori Malito – la famiglia, con tre figli di cui una minorenne ed uno portatore di handicap, interessata allo sfratto – il differimento dello sfratto, poi fissato per il 21 aprile, sottolineato dall’applauso spontaneo dei militanti missini presenti – una quindicina, tra cui il segretario provinciale di Cosenza, Marco De Filpo, il responsabile giovanile della Città Bruzia, Vincent Campanella, il segretario regionale giovanile, Alessandro Cilione, ed i componenti della segreteria regionale, Minniti e Giaimo da Catanzaro e Giordano da Reggio Cal., oltre agli splendidi militanti di Fiumefreddo – soprattutto a ribadire che le leggi e la loro applicazione deve tenere conto primariamente che esse sono rivolte ad Uomini e Cittadini ed al loro bene devono tendere, non certamente allo sfruttamento selvaggio della Natura e dei suoi principi. Ed è proprio per questo che i missini si sono da subito schierati al fianco dei Cittadini di Fiumefreddo, sempre tra la gente, con la gente e per la Gente!!!!!!!

“Una vittoria di Pirro” si è subito affrettato a ricordarci un giornale locale, che del livore e della diffamazione nei nostri confronti pare ne abbia fatto una crociata, degna certamente di miglior sorte, così come altrettanto ci pare faccia nei confronti della realtà. Affermano i “nostri”, trincerandosi adesso dietro la generica firma di “redazione cittadina”, che lo sfratto non è potuto avvenire per l’assenza delle Forze dell’Ordine che, invece, sono state l’unica Istituzione presente e determinante nel parziale esito della vicenda, cosa di cui ringraziamo l’Arma ed i suoi rappresentanti, così come ringraziamo gli operatori dell’informazione che si sono presi la briga di essere presenti per rappresentare in modo puntuale e veritiero quanto accadeva giorno 9 mattina in contrada Cutura. Nessuna arma, nessun corpo contundente, niente caschi e nemmeno, fatevene una ragione, ordigni incendiari. Di incendiario c’erano solo gli articoli pubblicati nei giorni precedenti dalla testata locale che però, non contenta, il giorno successivo “va oltre” ed adombra in modo veramente volgare un diretto coinvolgimento dei militanti missini e degli sfrattati in un episodio che noi, che non abbiamo le certezze della “redazione cittadina” del foglio, non sappiamo sia di origine estortiva o di che altro tipo, certamente ridiamo all’immagine di un operaio o contadino che lancia una molotov a bordo del suo apecar, con cui poi fugge via. Comprendiamo che la nostra vicinanza alle classi tartassate ed oppresse da gente senza scrupoli morali possa infastidire ma comprendiamo anche che ad essere adesso infastiditi saranno personaggi non adusi alla Verità che saranno chiamati, questo ve lo garantiamo avendo già inoltrato l’articolo ai nostri legali che a giorni presenteranno circostanziata querela nei confronti dei responsabili, a rispondere del loro seminare odio davanti ai competenti Tribunali della Repubblica Italiana, così come i mortali e comuni cittadini. Così magari avremo la sorpresa di leggere la “velina” che ha ispirato quest’articolo, trasudante tracotanza ed odio, “partigiana” oseremmo dire, come da tempo non ci accadeva di riscontrare.

Francesco DE LEO      e      Natale GIAIMO                                      Segretario  Regionale e Portavoce  Movimento Sociale Italiano-Fiamma Tricolore

sfratti10 sfratti9 sfratti8 sfratti7 sfratti6 sfratti5 sfratti4 sfratti3 sfratti2 sfratti