La banca etica.

Un progetto che potrebbe dare una risposta alle aspettative di tantissimi italiani è quello di una Banca Etica Nazionale che potrebbe garantire a tutti il diritto ad un credito sostenibile.

La Banca Etica Nazionale, nascerebbe per gestire le risorse finanziarie di famiglie, donne, uomini, organizzazioni, società di ogni tipo ed enti, orientando tali risorse verso la realizzazione di beni per la collettività,  nell’ottica di perseguire efficienza e sobrietà delle attività di scambio di denaro  in maniera trasparente ed orientato al bene comune

Con l’attività creditizia, la Banca Etica Nazionale indirizzerebbe la raccolta verso attività finalizzate all’utile sociale, ambientale e culturale e sosterrebbe le attività di promozione umana sociale ed economica delle fasce più deboli.

Particolare sostegno dovrebbero avere quelle iniziative di lavoro autonomo ed imprenditoriale di donne e giovani  attraverso l’erogazione di micro – crediti e micro – finanziamenti .

La Banca Etica Nazionale svolgerebbe, così, una funzione educativa nei confronti del risparmiatore  e del beneficiario del credito responsabilizzandoli, entrambi,  alla conoscenza  della destinazione e dell’utilizzo del denaro stimolando la capacità di sviluppare responsabilmente la sua autonomia imprenditoriale.

Luigi Liguori