CARCERI, la nostra soluzione…

CARCERI: ROMAGNOLI (MSI), LA NOSTRA SOLUZIONE PROPOSTA SULL’AFFOLLAMENTO

(AGENPARL) – Roma, 17 gen – “Ultimamente, e solo a seguito alle recenti sanzioni europee, si fa un gran parlare sulle vergognose condizioni delle carceri italiane, ma la problematica non è affatto recente. Già da anni, infatti, noi del MSI-Fiamma Tricolore denunciamo il pessimo stato in cui è costretta la comunità penitenziaria italiana tutta, detenuti e forze di polizia, ma purtroppo senza eco. E dire che la soluzione sarebbe molto semplice e nemmeno molto onerosa in termini di costi se solo ci fosse davvero un interesse e sensibilità nei confronti della problematica, così come imporrebbe l’azione di Governo di un Paese civile come l’Italia. Esistono infatti, sparse per tutto il territorio italiano, decine di strutture carcerarie nuove e moderne ma inspiegabilmente abbandonate al degrado, e che, una volta ristrutturate ed opportunamente riadeguate agli scopi preposti, certamente riuscirebbero a diluire l’altissima densità della popolazione attualmente ospitata, anzi, ammassata nelle carceri italiane. Si riuscirebbero così a garantire spazi dignitosi per i detenuti, ed un ambiente di lavoro migliore per gli operatori di polizia penitenziaria, spesso in carenza di organico e con remunerazioni ed equipaggiamenti non adeguati. Ma non solo: queste nuove case circondariali, ad oggi simbolo di degrado e di fallimento dello Stato, potrebbero addirittura sostituire alcune strutture ormai vecchie e non più idonee alla funzione carceraria. Questi vecchi penitenziari, soprattutto di alcune isole, potrebbero essere benissimo convertite in colonie agricole in cui impegnare gli stessi detenuti condannati per reati meno gravi. La costrizione in carcere e la negazione della libertà, infatti, può non essere l’unico strumento per reprimere e punire i crimini. Dignità e rimborso alla società per i crimini commessi si possono ottenere anche attraverso il lavoro. Questa è una delle proposte che il MSI-Fiamma Tricolore avanza nel suo programma agli italiani per le prossime politiche, in contrasto con indulti ed amnistie che in questi anni non solo non hanno risolto il problema delle carceri, ma addirittura hanno mortificato le vittime dei crimini e gli operatori di polizia. Bisogna anche avere l’onestà di riconoscere che quasi il 40% dei detenuti nelle carceri italiane è di nazionalità straniera. Una situazione intollerabile che accentua il problema del sovraffollamento. Le tasse degli italiani non possono e non devono servire per assicurare alla giustizia la criminalità straniera, pertanto ogni condannato che non abbia la cittadinanza italiana deve essere immediatamente espulso dal paese senza possibilità di rientro. Bisogna avere l’onestà, più che il coraggio, di adottare provvedimenti di espulsione per gli stranieri che delinquono in Italia così come già fanno diversi Paesi dell’Unione Europea senza falsi moralismi e senza ledere la dignità delle persone coinvolte in quanto uomini”.
Lo afferma in una nota l’on. Luca Romagnoli – segretario nazionale, candidato a premier, euro-deputato.

http://www.agenparl.it/articoli/news/politica/20130117-carceri-romagnoli-msi-la-nostra-soluzione-proposta-sull-affollamento