Lettera aperta

B I S O G N O     D I     U N     GRANDE     PARTITO     DI     DESTRA

Proviamo disgusto verso  tutti i partiti responsabili  per l’enorme sperpero di denaro pubblico di fronte alla grave crisi che stiamo attraversando. -Vedi la regione Lazio, ma anche le altre, e la nostra Basilicata non è da meno. Questo è un momento di grande confusione e incertezze per il futuro dell’Italia con un debito pubblico di circa 2 mila miliardi di euro. Questo governo tecnico delle banche , anticostituzionale ,con i suoi limiti, continua  la sua politica aziendale al servizio dello Stato, sordo agli urli dei lavoratori e dipendenti,  sordo alle medie imprese , con tasse che portano al disastro economico, con tagli alle regioni , enti locali, sanità e provincie, con  il territorio che rimane sempre l’agnello sacrificale. Una politica Europea che è una disfatta totale, con  la sovranità monetaria azzerata e con il  debito pubblico che è diventato Europeo. La B C E  ci impone il rientro dei debiti che sono diventati insostenibili nel nostro contesto sociale economico con il caro benzina che ci rende schiavi del potere finanziario e islamico. Per noi questo è  però, un  momento politico importante, favorevole e decisivo per continuare a crescere nel partito, ma è necessario trovare subito un largo accordo politico , e non solo elettorale,  per aprirsi di più alla società che cambia, se non si vuole rimanere ancorati nei ricordi che non portano da nessuna parte, e dialogare e confrontarsi anche con chi proviene da esperienze politiche diverse, alla ricerca di ideali, che trovano  nel  M  S  F  T  il partito senza casta di Luca Romagnoli , per accettare e condividere  le idee e le concezioni di vita della politica del nostro partito.  Se si vuole un accordo con il Presidente Storace, che ha seguito Fini in AN e poi nel PDL per diventare Ministro e  presidente della Regione Lazio, dove il sistema era lo stesso di oggi,  per poi rientrare con La Destra quando le cose non andavano bene, non vedo il motivo per cui non dovremmo accettare  chi oggi, deluso,  rivede tutto il suo passato e il suo modo di pensare, e guarda con interesse al nostro Partito-  A mio giudizio, in Italia oggi  più che mai, c’è  il bisogno di una grande destra forte, per riformare la politica , infettata dalle sinistre allo sfascio, in cerca di una identità che non trovano , con i capitalisti banchieri migliori alleati del P D, dove anche  Il ciclo di Berlusconi  è concluso e il  P D L è in crisi senza il suo capo, mentre  l’ U D C di Casini con il 5-6% non è la D C di Alcide De Gaspari che aveva alle spalle la chiesa potente, capace di controllare la società con le sue parrocchie che garantivano valanghe di voti, perché la DC è morta con Mino Martinazzoli.  E nemmeno il nuovo centro laici- cattolici è credibile, perché sono divisi dalle questioni etiche come eutanasia,testamento biologico, matrimonio gay, perché è assente il comune retroterra culturale ideologico.  IN QUESTO TRISTE SCENARIO , stravolto da tanti cambiamenti,  volta gabbani e trasformisti, che pur di rimanere a galla fondono movimenti che poi si frantumano,  impegnati in  alchimie elettorali per una nuova legge che salvi le loro poltrone con regole truffaldine,  che impediscono un sistema proporzionale puro umiliando  il pensiero libero e democratico dei cittadini, con la mannaia del voto con lo sbarramento.-  PER TUTTO  QUESTO , GLI ITALIANI CE LO CHIEDONO,  COSTRUIAMO IL GRANDE PARTITO DI DESTRA, CON IL NOSTRO SIMBOLO ,CHE NON SIA LA RIPRODUZIONE DI AN O DI UNA DESTRA LIBERALE CAPITALISTICA, MA IL PARTITO DEI COMBATTENTI DEL POPOLO,  FATTO DA UNA CLASSE DIRIGENTE CHE NON PRETENDE, MA SI MISURA NELLA MERITOCRAZIA , E VUOLE LOTTARE PER AVERE DOMANI  PIU’ FORZA ELETTORALE,  PER PREPARARSI ED ESSERE OPERATIVI ANCHE  IN RESPONSABILITA’ POLITICHE  DI GOVERNO. E ALLORA,  RIPRENDIAMOCI  DUNQUE,  LA NOSTRA SOVRANITA’ NAZIONALE E MONETARIA, IN UN PERCORSO POLITICO CHE SIA LA CONTINUAZIONE DELLA NOSTRA STORIA, PER UN ITALIA PIU’ PULITA, PER LA GIUSTIZIA SOCIALE,  RICHIAMANDOCI AI GRANDI TEMI DELLA DESTRA , PER  AFFERMARE CON ORGOGLIO IL PARTITO DELLA TRADIZIONE,  DI  GIORGIO  ALMIRANTE.-

MOVIMENTO SOCIALE FIAMMA TRICOLORE

Il segretario cittadino sezione di Senise – Prof.  Giovanni Lonetti –