L ‘avv. La Bella candidato Presidente nel Lazio…

L ‘avv. Giuseppe La Bella candidato Presidente nel Lazio alle regionali.

Con soddisfazione e con i migliori auspici sono fiero di annunciare che la Fiamma potra’ vantare un candidato alle regionali, anzi di piu’ e meglio per tutte le province della regione che hanno sempre subito l’egemonia numerica e “presidenziale” di Roma, un candidato Presidente di prestigio l’avv. Giuseppe La Bella, al quale affido l’onere e l’onore di rappresentare la destra senza casta e l’unica Fiamma che ancora vanta identita’ e socialita’ nella nostra regione.
Luca Romagnoli.

LA BELLA Giuseppe (curriculum)
E’ nato a Roma l’11.10.1961.
Ha frequentato il Collegio Nazareno di Roma.
Ha prestato servizio come Ufficiale dei Carabinieri.
Laureato in Giurisprudenza.
Svolge la libera professione di Avvocato Penalista.
E’ stato Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Viterbo, membro del Consiglio Giudiziario della Corte di Appello di Roma e dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura (O.U.A.).
E’ Consigliere Comunale a Leonessa.
Sposato con due figlie.
Vive a Fabrica di Roma.
Web: www.studiolabella.it
E-mail: labella@studiolabella.it
Mobile: 392 3058332
Telefax 0761 515466

http://www.tusciaweb.eu/2012/12/giuseppe-la-bella-in-corsa-per-la-regione-lazio/

 

Elezioni Regione Lazio: La Bella (Candidato Presidente Fiamma Tricolore) “Alcuni punti del mio programma”

 

http://aginotizie.wordpress.com/2013/01/01/elezioni-regione-lazio-la-bella-fiamma-tricolore-alcuni-punti-del-mio-programma/

Ormai è iniziata la corsa alla Regione Lazio ed i candidati alla carica di Governatore cominciano a mettere sul tavolo i punti programmatici della loro azione politica. L’Avvocato Giuseppe La Bella è il candidato a Governatore per il Movimento Sociale Fiamma Tricolore, classe ’61, ha prestato servizio come Ufficiale dei Carabinieri e attualmente è consigliere Comunale a Leonessa. Un nome su cui punta molto il segretario nazionale del partito, Luca Romagnoli che lo ha così presentato: “un candidato presidente di prestigio al quale affido l’onere e l’onore di rappresentare la destra senza casta e l’unica Fiamma che ancora vanta identita’ e socialita’ nella nostra regione”.

La Bella ha reso noti alcuni punti del suo programma che sono i seguenti:

1) Non si chiudono gli Ospedali, ma si rivede l’organizzazione, si elimina l’esternalizzazione dei servizi, si eliminano le clientele ottimizzando l’acquisto dei materiali; si promuove l’assistenza locale d’urgenza alle malattie cardiovascolari e cronico-degenerative della terza età, si defiscalizzano le spese per badanti ai disabili e alle famiglie che si fanno carico dell’assistenza domestica

2) Non si assegnano soldi pubblici ai gruppi politici, non si accordano vitalizi ai consiglieri ne indennità di fine mandato, si eliminano auto blu e ogni altro ridicolo privilegio a consiglieri e assessori, si riduce lo stipendio dei consiglieri al 50% se questi non svolgono esclusivamente l’attività per la quale sono stati eletti.
3) si promuovono, proteggono, valorizzano arte, ambiente, agricoltura e tutte le ricchezze e attività peculiari del territorio che non sono delocalizzabili, si promuovono e sostengono i prodotti regionali.
4) non si rilasciano più licenze all’apertura di nuovi centri commerciali e ipermercati, si promuove il piccolo commercio e l’artigianato (sostenendo l’apprendistato.
5) si migliora e potenzia l’aeroporto di Fiumicino e si abbandonano amene ipotesi di nuovi scali nelle altre province;
6) si rafforza la viabilità ferroviaria tra i capoluoghi di Provincia, si mette in sicurezza e si adegua la SS.Pontina, asse stradale verso sud (oltre all’autostrada) di intenso sovra utilizzo.
7) si promuove la portualità internazionale di Civitavecchia migliorando il collegamento con l’autostrada A1
8) non ci sono discriminazioni, clientele, privilegi nell’assegnazione degli alloggi Ater.
9) gli italiani godono degli stessi diritti in campo di stato sociale che sono stati garantiti a chi italiano non è da amministrazioni demagogiche e matrigne.
10) essere fiero di un’amministrazione pubblica, onesta e funzionale.