MUGNANO DEL CARDINALE (AV ) – GAZEBO MILITANTE

Buon riscontro ha avuto la manifestazione di Sabato 5 Giugno a Mugnano del Cardinale . Presso la centralissima Piazza Madonna del Carmelo sono stati distribuiti volantini e soprattutto dialogato con i passanti e i residenti del luogo ed effettuato megafonaggio . I temi trattati sono stati gli studi di settore , strumento che il fisco utilizza per dedurre il reddito di artigiani imprenditori attraverso la raccolta di dati che caratterizzano l’attivita ma che la maggior parte delle volte non rispecchiano la realtà dei lavoratori autonomi.A tutti i lavoratori autonomi il fisco obbliga a far pagare tasse in base ai m2 e soprattutto l’entrata dei guadagni di attività . Chi non raggiunge il reddito stabilito dal fisco il lavoratore autonomo deve adeguarsi e in molti casi occorre dichiarare il falso dichiarando guadagni mai avuti ! Chi non fa dichiarazione il fisco manda l’accertamneto fiscale di mediazione Siamo all’assurdo………! Altro tema trattato è la difesa dell’acqua inteso come bene pubblico . E stato fatto notare come l’acqua da bene pubblico e sociale sia diventata sempre piu soggetta a speculazioni sul prezzo, sulla qualità e sulla erogazione ,a piacimento dei privati e di speculatori senza scrupoli che fanno capo alle solite multinazionali. Negli ultimi decenni in particolar modo quello 86 95 prima della Legge Galli gli investimenti sulla rete ammontavano a 2 mld di euro annui , nel decennio successivo quando l’ente sia diventato spa 7oo milioni annui con tariffe aumentate del 61 % La verita è che il 34 % dell’acqua potabile si disperde nei tubi e di conseguenza un italiano su tre subisce un approvvigionamento discontinuo ed insufficiente , questo è il vero problema da risolvere ! Trattato infine gli scandalosi privilegi dei parlamentari. mettendo in risalto le indennita mensili pari a 25 mila euro, le liquidazioni milionarie di fine mandato e i tantissimi benefit di cui godono compreso il “vitalizio” finale. Tutto ciò mentre, per la gravissima crisi economica in atto, le famiglie non ce la fanno a sopravvivere, la miseria dilaga e decine di migliaia di lavoratori sono licenziati o messi in cassa integrazione, facendo aumentare ulteriormente la disoccupazione e la disperazione sociale. Dato il buon successo riscontrato tra la popolazione ripeteremo tale attivita militante nelle prossime settimane .

Saverio Galeotalanza

Segretario Provinciale Movimento Sociale Fiamma Tricolore

email : fiammaavellino@libero.it