NO AL NUOVO TRATTATO DI STABILITA EUROPEA ESM

NO AL NUOVO TRATTATO DI STABILITA EUROPEA ESM

Il Presidente Monti e tutti i fautori di un’Unione Europea asservita alla BCE e quindi alle Banche, propugnano la necessità di aderire al Meccanismo Europeo di Stabilità (EMS). È l’ennesima catena al piede dei popoli degli Stati che vi aderiranno (oltre che ad un’ulteriore rinuncia alla Sovranità nazionale). L’EMS si profila come una truffa e una prospettiva d’ulteriore impoverimento, tuttaltro che un Fondo Salva Stati. È una “trappola senza via d’uscita”, non vi è alcun articolo del Trattato istitutivo che preveda e regoli la fuoriuscita dal ESM. Ciò significa che ogni Stato che aderisce, quindi ogni popolo è condannato a subire le imposizioni del fondo. È inoltre una palese discriminazione che prevede “privilegi”, “immunità” ed “esenzioni fiscali”, all’istituzione ESM in quanto tale, ed ai suoi dirigenti e collaboratori, senza alcuna assunzione di responsabilità. Non vogliamo che un Governo possa consegnare agli speculatori finanziari le sorti d’Italia. Chiediamo che sia il popolo sovrano, tramite referendum, a pronunciarsi sul si o no all’adesione.

Movimento Sociale Fiamma Tricolore

Il Segretario Nazionale

On. Luca Romagnoli