Foglio di Ricino

Foglio di Ricino
E’ la politica che governa la banca, o i banchieri che governano i politici?
Potrei rispondere con una delle più famose frasi di Ezra Pound .” I politici sono i camerieri dei banchieri”, ma devo dire che la realtà, anche se piuttosto semplice, necessita di un minimo di approfondimento. Il “SISTEMA” bancario, non chi vi opera come stipendiato, e non mi stancherò mai di sottolineare questo fondamentale fattore, è per sua natura un sistema truffaldino. Perché ? Perchè presta soldi che non ha, perchè impone commissioni da rapina, perché presta soldi sulle garanzie dei clienti, ma non dà esso stesso alcuna garanzia di solvibilità (qui gli esempi si sprecano, diciamo MPS tanto per fare un esempio), perchè specula sempre a colpo sicuro, e se ci perde scarica la perdita sui clienti o sulla intera comunità, perché i suoi dirigenti percepiscono stipendi favolosi ed ingiustificati, perché creando cartamoneta dal nulla a costo zero lo fa indebitando le stesse persone dalle quali esige oltretutto un interesse da usura….devo continuare?
Stabilito inequivocabilmente che il sistema bancario è un truffa, a legalizzarla sono nei secoli intervenuti i politici che, specialmente dagli anni 80 e 90 del secolo scorso, hanno legiferato a senso unico per il vantaggio delle banche contro gli Stati ed i popoli.
Ovvio e consequenziale che fra le due categorie di malfattori si sia di fatto costituito un sodalizio.
Questo sodalizio, prevede ovviamente che fra le due bande, avvengano frequenti e vantaggiosissimi “scambi”. Citerò soltanto per brevità il caso del Governatore della Bd’I Carlo Azeglio Ciampi, divenuto primo ministro e successivamente Presidente della Repubblica, oltre a ricoprire la carica al ministero del turismo e del tesoro.
Sciocco ed inutile quindi, si rivela l’esercizio di chi si ostina ignorantemente a voler frapporre dei “disinguo” fra le due congreghe di lestofanti, che si spalleggiano a vicenda gli uni lucrando fraudolentemente sulle spalle dei cittadini e gli altri legiferando in modo che detti ladrocini vengano legalizzati. Stampando moneta dal nulla, cè abbondanza di “refurtiva per tutti”!
Claudio Zanasi