RIETI – La Fiamma Tricolore ha presentato Davide Santarelli per le regionali.

Incontro di presentazione del candidato Davide Santarelli,che sarà in corsa nelle prossime elezioni regionali in programma il 24 e 25 febbraio.

Nella sala del comune di Rieti erano presenti l’on. Luca Romagnoli,candidato a presidente della regione Lazio e segretario nazionale del partito,Lamberto Iacobelli segretario regionale e franco Tittoni responsabile provinciale.

La mia candidatura conferma santarelli rappresenta quella società civile, vittima della crisi e della negligenza gestionale di certe imprese.

La vera societa civile che è formata adesso più che mai da cassaintegrati,disoccupati,pensionati .

Santarelli ha presentato alle tv locali e alla stampa il programma elettorale regionale stilato insieme al segretario nazionale.

Programma dove si cercherà di porre rimedio alla pessima amministrazione della Sanità, miope pianificazione e pressoché assente progetto per lo sviluppo futuro del territorio e delle sue risorse, nessuna riduzione dei costi della politica e nessuna riduzione del debito pubblico regionale ottenuta se non che con drastici tagli all’erogazione del servizio sanitario.

In tema di risparmio e sobrietà dei rappresentanti e dei dirigenti delle istituzioni regionali, noi ci impegniamo a perseguire:

– la fine di ogni sperpero clientelare per le consulenze e le collaborazioni fuori organico , l’azzeramento dei contributi ai gruppi politici regionali, l’azzeramento dei vitalizi agli ex consiglieri e assessori, Eliminazione delle auto blu.

In tema di sanità, vorremmo: azzerare l’esternalizzazione dei servizi e ridurre drasticamente le convenzioni ripotenziando il servizio pubblico e riconoscendo ad esso il primato diagnostico; difendere gli “ospedali di provincia” e potenziare l’assistenza ospedaliera per le malattie cronico-degenarative e più in generale per il pronto soccorso.

in tema di sviluppo infrastrutturale del territorio e di promozione delle risorse ambientali,agricole e artistico/culturali del Lazio, vogliamo: implementare la raccolta differenziata dei rifiuti e definire al più presto una corretta politica e lo stoccaggio degli stessi, individuando luoghi idonei che tengano sì conto delle esigenze delle popolazioni limitrofe ma intervenendo soprattutto sui materiali riciclabili e/o che possano generare energia (uso di termovalorizzatori o altri impianti di nuova generazione).

investire in turismo e nelle risorse agroalimentari del territorio, proteggendole da

contraffazioni, estendendo e continuamente monitorando la certificazione di qualità,

favorendo le imprese che investono in protezione e sviluppo del territorio e delle sue risorse. instituire il credito regionale per la prima casa, attraverso banca e assicurazione a capitale pubblico, per calmierare il mercato e per garantire la capacità di finanziare la piccola impresa e le famiglie al riparo dall’usura, dalle speculazioni e dai ricatti;

– Garantire la puntuale erogazione dei contributi agli agricoltori entro 90 giorni dal

ricevimento di ogni fondo europeo o statale che sia;

Promuovere il turismo e la conoscenza dei giacimenti culturali e ambientali delle

nostre città e paesi, dei borghi e delle contrade, incentivando la riqualificazione, il restauro, il ripristino del territorio e degli spazi urbanizzati, anche favorendo la crescita verticale degli insediamenti, piuttosto che continuare con la diffusa ed invasiva occupazione dello spazio orizzontale; Favorire la permanenza o meglio incentivare fiscalmente il ritorno all’uso e all’insediamento della montagna laziale.

Contrastare la concessione all’apertura di centri commerciali e di ogni altra struttura

che mortifichi il piccolo commercio al dettaglio; Incentivare la distribuzione dei prodotti agricoli regionali perseguendo l’azzeramento della filiera tra produttore e consumatore, fin dalla semplice misura di concessione prioritaria

degli spazi commerciali nei mercati pubblici.

Davide Santarelli