ROMA – 17 marzo: ma quale anniversario?

Mi dispiace per gli entusiasti e gli illusi, ma non condivido tale festa ipocrita e artificiosa (il compimento dell’Unità d’Italia si è avuto il 4-11-1918, quando Roma era già Capitale da 48 anni!) con gli antifascisti, gli antipatria, i separatisti e tutti quelli che fino a ieri hanno oltraggiato la bandiera nazionale in tutti i modi. E per diversi decenni “loro” e i loro padri hanno assaltato i nostri cortei e le nostre sedi dove sventolava il tricolore, anteponendo il concetto di “lotta di classe” a quello di “Patria”: questo non va mai dimenticato! Le radici in cui credo affondano nel superamento di quella contrapposizione di classe, vera rivoluzione questa, e non altre, con il fine ultimo del bene comune nazionale, attraverso l’alternativa corporativa e la socializzazione: sembravano idee superate e invece se sta riparlando sempre più spesso.

15 marzo 2011 – assassinio di Cesare, 44 a.C

(Roberto Bevilacqua) Movimento Sociale Fiamma Tricolore