ROMAGNOLI: LE VITTIME DEL TERRORISMO SONO 380, NON DIMENTICARE FRANCESCO CECCHIN

”Nel lungo e triste elenco delle vittime del terrorismo, pubblicato oggi dal ‘Corriere della Sera’, manca un altro volto e un’altra storia: è quella di Francesco Cecchin, assassinato a piazza Vescovio dalla follia della sinistra e morto il 16 giugno 1979. Le vittime del terrorismo sono dunque 380. Le responsabilità di quell’infame omicidio non sono state mai chiarite, anche se i principali sospetti si concentrano su attivisti del Pci. Mi auguro che ci sia qualche magistrato che voglia riaprire l’indagine sulla morte di Francesco, così come mi auguro che quella del ‘Corriere’ sia solo una svista. In questo caso domani mi aspetto una rettifica e la pubblicazione della segnalazione dell’errore, a nome personale e della nostra comunità politica e umana che i morti non li dimentica ma li onora”. Lo dichiara in una nota Luca Romagnoli, eurodeputato e Segretario nazioanle del Movimento Sociale Fiamma Tricolore.

Roma, 9 maggio 2009