TARANTO – Nel 150° anniversario dell’unità nazionale, alcune considerazioni

Taranto, 16 marzo 2011

Alla vigilia della commemorazione del 150° anniversario dell’unità nazionale, alcune considerazioni sul comportamento della lega nord non possono che essere fatte alla luce della storia stessa di cui la Padania è partecipe con tutta la nazione. Innanzitutto sarebbe doveroso da parte dei parlamentari tutti della lega prendere parte alla sedute delle camere domani per i festeggiamenti ricordando che il nord si è evoluto con la forza lavoro del mezzogiorno e che se dovessero continuare ancora per la indipendenza ne vedremo delle belle riguardo al loro rilancio economico perché se osserviamo aspetti micro e macroeconomici, be alcuni dubbi sorgono sulla fantomatica potenza economica nordista; diremo di più se Bossi vuole andare da solo bene abbia il coraggi odi farlo poi rideremo. Ricordiamo alla lega che attualmente gli stipendi da parlamentari fanno comodo, significando che tali somme sono elargite con i sacrificio di tutti gli italiani soprattutto quelli del sud; pertanto si replica che Fiamma Taranto non è affatto spaventata dalla paventata secessione. Inoltre si vergognino i parlamentari leghisti a ripudiare sempre la nazione e la Repubblica, ma sono davvero convinti che da soli possano andare tanto lontani? Noi abbiamo i nostri dubbi, comunque auguri a tutti gli italiani e soprattutto a Bossi.

f.to Il segretario Prov.le Avv. Filippo Lerario

f.to Il segretario Sez. di Taranto Dott. Luca Abatematteo