TORINO – IN RIFERIMENTO ALL’ARTICOLO APPARSO SU “LA STAMPA” DEL 30-6-09

La potremo definire una variante della favola della volpe e l’uva, tra le risposte dei big torinesi alla domanda: “Chiamparino dovrebbe dimettersi da Sindaco per candidarsi a segretario del PD?”. La signora Evelina Christillin è stata la più entusiasta nell’affermare che l’attuale Sindaco dovrebbe mirare alla poltrona di Franceschini. La signora Christillin, attualmente Presidente del Teatro Stabile e con un passato di tutto rispetto tra le tante poltrone del sottobosco amministrativo comprese le Olimpiadi, rivela col suo fervido entusiasmo il tutt’altro che celato interesse, suo personale, per la poltrona di Sindaco. La signora in oggetto membro di rilievo di quella giostra che vede sempre le stesse persone girare sulle poltrone che contano, è a tutti gli effetti inserita in quel blocco fatto, a Torino, da grandi banche, Fiat, università, centri culturali. La Stampa…. Tutto questo entusiasmo per Chiamparino è in larga parte inspiegabile, si dice che abbia ben amministrato aggiungerei, ci mancherebbe altro che non lo avesse fatto con la pioggia di euro arrivati a Torino per le Olimpiadi. Egli è in ogni caso quello che il suo compagno d’aria politica professor Vattimo ha definito un “buon amministratore di condominio”. Interessante poi la dichiarazione della Patrizia Sandretto, anch’essa facente parte della stessa salottiera area politico-economica, la quale ha dichiarato che Chiamparino sarebbe un punto di riferimento importante per i giovani nel partito. Un altro mattone portato alla costruzione della gerontocrazia politica italiana, Chiamparino, se non vado errata, ha solo “61” anni. Concludo auguri alla signora Christillin per la sua malcelata voglia e lunga vita a Silvio Berlusconi che con avversari come il nostro attuale Sindaco governerà ancora per altri 15 anni.

(Stefania Gemelli – MS-Fiamma Tricolore Federazione di Torino)