TORINO – Lapide in memoria delle Foibe presa a martellate

MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE COORD. GIOVANI PIEMONTE

Dopo tanta fatica da parte di molti partiti e movimenti di “destra”, per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’eccidio delle Foibe, e come i martiri siano eroi di tutti Italia e non soltanto di una parte ben distinta politicamente, ci ritroviamo oggi a dover far i conti con l’ignoranza! L’ignoranza di certe persone che evidentemente ancora oggi non riescono a staccarsi da un odio che non è più di quest’epoca ma che per loro, significa fare politica. Noi non ci sogneremmo mai di andare davanti ad una lapide e prenderla a martellate. Gli eroi della patria rimangono tali da ogni parte si guardi ciò che fu. Purtroppo, in questi ultimi anni, il fervore politico ha preso il sopravvento nella dignità di certe persone che fanno gesti sconsiderati come questi. Mi si permetta, senza retorica, di dire come in questi momenti manchino persone di un certo stile della prima Repubblica, persone come Almirante o Berlinguer che sapevano anche condannare i gesti che provenivano dalle loro parti politiche. Oggi purtroppo persone del genere non esistono più e manca totalmente la concezione di rispetto politico. Noi del Movimento Sociale Fiamma Tricolore di Torino, condanniamo in modo categorico e deciso questa azione. Queste persone non meritano il rispetto di nessuno, e l’ignoranza è la prerogativa per far parte di questi gruppuscoli di persone mal organizzate, purtroppo. Il coordinamento regionale giovanile del Movimento sta pensando come procedere per rivendicare il rispetto verso queste persone,rispetto che oggi è stato deturpato con questa azione. Siamo vicini a tutte le famiglie degli esuli e martiri, e non li lasceremo soli, come tutti i partiti d’area. Noi non dimentichiamo le sofferenze passate da queste persone. Noi non dimentichiamo i martiri uccisi per mano di partigiani “liberatori”. Noi non dimentichiamo i nostri compatrioti costretti a scappare da una terra che per generazioni è stata la loro. Ora facciamo vedere come alle parole e agli intenti, possiamo anche far seguire le azioni.

Denis Scotti

Coord.Piemonte Giovani Fiamma Tricolore