TRENTO – Emilio Giuliana candidato Sindaco

Qualcuno potrà ritenerla una scelta azzardata, una scelta di chi ha deciso di perdere ancor prima di iniziare. Una decisione che disperde voti e rafforza il centro sinistra, eccetera.
Ognuno è libero di pensare ciò che vuole, ma una cosa è certa: anche i partiti che non sono di centro-sinistra, dopo le ultime scelte politiche mostrano una assonanza che non li differenzia dai partiti neo-comunisti e catto-comunisti.
La defunta Alleanza Nazionale non ha mai fatto mistero di voler dare la cittadinanza immediata ai cittadini stranieri, candida tra le proprie liste elettorali transessuali (altro che Dio, Patria, Famiglia); Forza Italia si preoccupa di regalare miliardi di euro (a titolo di risarcimento per il colonialismo italiano) al beduino Gheddafi che, come ringraziamento, dalle coste libiche alimenta il traffico di esseri umani permettendo l’invasione della nostra patria da parte di ogni specie d’immigrati (comprese le loro malattie infettive, debellate in Italia ormai da decenni); la Lega Nord propaganda il Federalismo, a tratti il secessionismo, per poi spalleggiare il bolscevico presidente della Repubblica Italiana, Napolitano, che a squarciagola urla l’intoccabilità della Costituzione Iitaliana (neanche fosse un dogma religioso), mentre è silente quando autorizza e promuove sanatorie per gli immigrati. Senatori e deputati del Popolo della Libertà, della Lega Nord, del PD, dell’Italia dei Valori all’unisono hanno firmato il Trattato di Lisbona. Tale Trattato abolisce l’articolo 18 sui diritti dei lavoratori a favore delle logiche ultra-capitaliste della Bolkestein.
Il recepimento del trattato di Lisbona supera la Costituzione Italiana, divengono legge i “diritti” all’eutanasia e i matrimoni “gay”, per non parlare dell’adozione di bambini da parte loro. Ancora, votando all’unisono, il parlamento italiano ha trasformato il decreto legge “Tremonti” (D.L. 112/2008, articolo 23-bis), con il quale si privatizza la gestione idrica, trasformando l’acqua da bene pubblico a merce, gestita da multinazionali (le stesse che possiedono l’acqua minerale). Già nella città di Latina l’azienda Veolia (multinazionale che gestisce l’acqua locale) ha deciso di aumentare le bollette del 300%. Tutto quanto, accade con la silente complicità dei politici nostrani, che ubbidiscono a precisi ordini impartiti dalle loro Segreterie Nazionali. Anni fa girava un adesivo nel quale era raffigurato il parlamento italiano che riportava la seguente frase: “Siedono divisi per rubare assieme”.
Oggi, non si accontentano più di arricchirsi a scapito dei contribuenti, ma attraverso leggi liberticide, antisociali e immorali vogliono affamare e disumanizzare gli ignari cittadini. Il candidato Sindaco del centro sinistra è Andreatta, del PdL Morandini, della Lega Nord, lista Eccher, Alleanza di Centro, Merler o Fronza o Giuliani, tutti con un comune denominatore: ex- Democristiani, oggi neo-Democristiani. Quanto detto sopra, credo sia sufficiente a giustificare la mia scelta di candidarmi a Sindaco della città di Trento.
Colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che hanno firmato la sottoscrizione che permetterà al MS-Fiamma Tricolore di partecipare alle elezioni comunali di Trento. Ringrazio tutte le persone che hanno accettato di candidarsi per Fiamma Tricolore. Ringrazio, tutte quelle persone che secondo le loro possibilità ci hanno sostenuto, ci sostengono e ci sosterranno.

(Emilio Giuliana – Consigliere Comunale – Movimento Sociale Fiamma Tricolore)