VICENZA – PRECISAZIONI SULLA GIORNATA DEL RICORDO

Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore ritiene doveroso replicare alle deliranti dichiarazioni firmate Lega Nord, pubblicate dal Giornale di Vicenza, in cui si legge che i Martiri delle Foibe “furono vittime tanto del Fascismo che del comunismo”, dove si ricorda che erano prima di tutto venete e in cui si prendono le distanze da strumentalizzazioni “in chiave neofascista”. Noi sappiamo che chi difese l’Italianità di Istria, Fiume e Dalmazia furono i combattenti Fascisti e provenienti da varie parti d’Italia della Repubblica Sociale Italiana, sappiamo che le vittime delle Foibe furono ammazzate dai comunisti perchè erano italiani e non perché erano “padani”, sappiamo che gli esuli costretti ad abbandonare le loro terre rivendicano da sempre la loro italianità e sappiamo che per molti anni, quando nessuno parlava di tali questioni, l’unico partito a occuparsene fu il Movimento Sociale Italiano del quale noi rivendichiamo l’eredità politica. Da parte nostra non c’è nessuna strumentalizzazione, ma la volontà di ricordare, come abbiamo sempre fatto, le vittime della immane tragedia delle Foibe e degli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia, al contrario di chi si è accorto di questa tragedia solo da qualche anno perché adesso è “politicamente corretto” e si permette pure di dare interpretazioni storico-politiche che palesano una grossolana ignoranza in materia.

(Tommaso Soldà – Segretario Federazione di Vicenza MS-Fiamma Tricolore)