VICENZA – Trenitalia: palese malafede

Fa riflettere il recente caso riguardante la multa inferta a Trenitalia.
La Regione Veneto, dopo aver accusato Trenitalia di inadempienza in seguito ai numerosi ritardi, ha fatto inferire una multa da un milione e 400.000 euro da rimborsare agli utenti dei treni tramite sconti sugli abbonamenti. Immediata però è venuta in luce la malafede: per accedere ai benefici, infatti, Trenitalia ha messo a disposizione gli sconti a partire da maggio fino ad arrivare a ottobre.
Considerando che la stragrande maggioranza dei pendolari sono studenti universitari e ricordando che da maggio a ottobre non ci sono lezioni, ne risulterà che nessuno delle vittime di queste inadempienze risulterà risarcito.
Gioventù Nazionale, in qualità di organo giovanile di Fiamma Tricolore portavoce di studenti e giovani lavoratori, chiede che gli sconti ferroviari vengano effettuati a partire da ottobre, e non fino a ottobre, in modo tale che tutti quei ragazzi che hanno passato ore al gelo aspettando treni che non arrivavano mai, possano, per quanto in minima parte, vedere risarcito l’inadempimento dell’azienda ferroviaria.

(Gabriele Tasso – Coordinatore per il Veneto di Gioventù Nazionale – tel.: 3462250951 – e-mail: fiamma.valchiampo@gmail.com)