VITERBO – Il Natale con il cibo per i cani…

IL NATALE CON IL CIBO PER CANI

E’ indubbio che in questi giorni i partiti politici siano sin troppo impegnati a  stipulare carbonare alleanze  o assicurarsi comode poltrone per occuparsi di questioni sociali, ma, come di consueto fuori dal coro, mi preme urlare quanto da me raccolto nelle ultime ore in giro per la nostra cittadina.

Il Santo Natale che ci accingiamo a festeggiare, europa permettendo, vede moltissimi anziani di Viterbo vivere una situazione che non è più di disagio, ma di assoluta povertà. Voglio sottoporre alla pubblica attenzione quanto di seguito descritto, ossia uno spaccato annuo preciso al centesimo riferito ad una persona anziana, vedova o che comunque vive da sola nella nostra città,  in possesso della sola pensione sociale e fortunatamente proprietaria dell’abitazione in cui vive:

IMU                             1200 €
CANONE RAI              119 €
TARSU                          360 €
ENEL                             420 €
TALETE                        240 €
TELECOM                    700 €
GAS                              1680 €
TICKET SANITARI     540 €

TOTALE                      5259 €

PENSIONE ANNUA   5577 €

RESIDUO PER MANGIARE 1,52 € AL GIORNO

Quanto sopra riportato è il resoconto dell’anno che sta per lasciarci a carico di anziani realmente esistenti e di mia personale conoscenza, e non dà luogo a sprechi, ma solo qualche spicciolo in piu’ rispetto ai normali canoni richiesti dalle aziende citate. Ora, vivere con 1,52 euro al giorno purtroppo non risulta possibile, in tali condizioni viene a mancare il vitale sostentamento, l’uso di un indispensabile mezzo di trasporto, l’acquisto di beni di prima necessità e l’abolizione di qualsivoglia bisogno giornaliero, ma,  favorisce al tempo stesso  l’insorgenza di crisi identitarie e la voglia di lasciarsi morire per evitare una esistenza umiliante.

A coronare questa insana situazione di disagio, contribuiscono gli stessi istituti geriatrici, che non possono spesso accogliere persone con pensioni di anzianità inferiori agli 800 euro.

I “nostri vecchi” hanno fatto dell’Italia un grande paese, combattendo, lavorando e costruendo un futuro per noi e per i nostri figli; è veramente il cibo in scatola per cani il ringraziamento che riserviamo per loro?? veramente nell’Italia delle caste, degli sprechi immondi e delle ruberie non esiste un posto per loro?? la nostra città non è in grado neanche di offrire ad una persona anziana un Natale dall’aspetto umano?? Allora a nome mio e del partito che rappresento,  credo che il nostro tessuto sociale abbia ormai scavato oltre il fondo, e che la profezia maya non sia poi tanto fuori tema.

IL COMMISSARIO FIAMMA TRICOLORE
Leonardo De Angeli