ABBIATE ALMENO IL RISPETTO DEL SACRO

ABBIATE ALMENO IL RISPETTO DEL SACRO
Le parole del Ministro Boccia, esponente di punta del Partito Democratico, il quale afferma che non è un’eresia far nascere Gesù due ore prima e impone di celebrare il natale in anticipo sono offensive e raccapriccianti; non sappiamo quando la persona in questione sia diventata teologo e abbia assunto la facoltà di scegliere cosa sia eretico e cosa no, ma quello a cui stiamo assistendo è totalmente ridicolo, e merita una dura presa di posizione da parte nostra. Noi siamo il Movimento Sociale Fiamma Tricolore, il partito degli italiani, l’aggregazione politica che più di ogni altra si pone a difesa dell’identità nazionale, ed è indubbio che, anche volendo guardare la questione da un punto di vista laico, il cattolicesimo, con i suoi duemila anni di connessione alle vicende italiane, fa parte a pieno titolo di questa identità. Quello che sta avvenendo non deve dunque essere considerato soltanto all’interno del mero punto di vista religioso, ma si configura come l’ennesimo attacco della sinistra a usi, costumi e tradizioni consolidate nel popolo, che ne hanno forgiato per decenni l’ossatura: è sempre più chiara la volontà, usando come grimaldello l’attuale emergenza sanitaria, di porre in atto una strategia di deidentitarizzazione dell’Italia, volta a far perdere alla nostra gente il contatto con ciò che è, ma soprattutto con le sue radici.  In questa ottica anche le gravissime limitazioni agli spostamenti nel periodo delle festività, che in molti casi impediranno il  verificarsi del ricongiungimento famigliare per le feste, il che porrà tanti anziani in una condizione di solitudine, si inquadra in questa precisa strategia, ovvero quella di attaccare l’istituzione della famiglia, e dare luogo in questo modo ad una progressiva recisione di  ogni legame con il passato. Il sistema sa benissimo che un popolo che non sa da dove viene non sa nemmeno dove vuole andare, e può essere manovrato in modo più semplice, così come è conscio del fatto che chi non conosce il proprio passato difficilmente saprà scrivere il proprio futuro. Non possiamo che opporci con forza a tutto ciò, e lanciare con ancora più decisione il nostro messaggio nazionale e identitario, nella speranza che tanti italiani lo accolgano e sostengano la nostra battaglia di libertà nella tradizione.
Daniele Proietti, Responsabile M.A Centro Gioventù della Fiamma

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi